Raiola tra Romagnoli, Donnarumma, Bennacer e Ibrahimovic: frecciatina a Maldini?

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Enzo Raiola non ha risparmiato il Milan da critiche: le parole su Romagnoli, Donnarumma, Bennacer e Ibrahimovic

Sono tanti i nomi della scuderia Raiola che sono passati (o che stanno vivendo ancora oggi) l’esperienza al Milan: Romagnoli, Donnarumma, Bennacer e anche, ovviamente, Zlatan Ibrahimovic. L’erede dello scomparso Mino, Enzo Raiola, è stato intervistato dai microfoni del Corriere dello Sport parlando ovviamente

Romagnoli tra passato (Milan), presente (Lazio) e futuro

Raiola è tornato sull’addio di Romagnoli al Milan, non risparmiando alcune critiche nei confronti della vecchia dirigenza rossonera (Maldini e Massara), per poi raccontare l’esperienza con la Lazio e il possibile futuro del difensore.

ROMAGNOLI: «Lui, Donnarumma e Bonaventura non sono stati compresi dal Milan, diciamo così. Alessio era stato frenato dalla pubalgia, ha vinto lo scudetto da capitano, ma i dirigenti di allora non erano molto entusiasti all’idea di proseguire. C’è stata una proposta, presentata tanto per farlo. E’ mancata la voglia di andare avanti, non l’abbiamo percepita. La firma con la Lazio? L’epilogo è stato l’incontro con Lotito a Villa San Sebastiano. Dopo tante chiacchiere, Romagnoli decise di accogliere il messaggio del presidente. In futuro vediamo come andrà. E’ molto contento alla Lazio, ci sono tante situazioni da valutare. Il presidente si è sbilanciato. Romagnoli veniva da una situazione di carriera importante, anche economicamente. Alla Lazio ha accettato le condizioni di Lotito, il massimo che poteva concedere, con una promessa: risederci e completare il percorso. Erano promesse legate ad alcuni step che la Lazio doveva compiere. La Champions, la qualificazione agli ottavi. Lotito espresse ambizioni legate alla crescita del club: restare nel giro Champions e il sogno scudetto. Due su tre si sono compiute. Rimanere a vita? Ci dobbiamo rivedere con il presidente, sono sicuro che manterrà le promesse. Nel calcio non possiamo fare programmi. Ma a Roma, lo vedono tutti, Romagnoli splende di nuovo».

ROMAGNOLI: “MILAN, SOLO BELLE PAROLE! AVEVAMO ANCHE UN ACCORDO”

Raiola e il mondo Milan: Donnarumma, Bennacer e Ibrahimovic

Enzo Raiola ha parlato anche delle critiche arrivate nei confronti di Gianluigi Donnarumma dopo l’espulsione nell’ultima di Ligue 1, del ritorno di Ismael Bennacer e del futuro di Zlatan Ibrahimovic.

DONNARUMMA: «Sono contentissimo del casino che si è creato intorno a lui. Capisco che quando capita un evento raro, come l’apparizione della cometa di Halley, si crea clamore. E’ stato espulso dopo 400 gare da professionista e bisogna parlarne, lo dico in senso ironico. L’ultimo rosso risaliva a quando aveva 15 anni, giocava il Viareggio. Gigio è serenissimo. Bisogna valutare stato emotivo, stress. Ha già giocato 25 partite, a volte in condizioni ambientali difficili. Ogni partita decisiva tra Champions e Nazionale».

BENNACER E IBRAHIMOVIC: «E’ tornato dopo un impianto di cartilagine ad un ginocchio. Dicevano che sarebbe rientrato dopo 8-10 mesi. Impressionante, lo ha già fatto. Cosa c’è nel futuro di Ibrahimovic? Mi ripete “devo riflettere e decidere bene”».

PAGLIUCA ATTACCA PESANTE: “MAIGNAN PROTETTO, DONNARUMMA DENIGRATO!”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate