Roma-Milan, Vocalelli e l’esame per Leao: “Campione o ottimo giocatore?”

I più letti

Roma-Milan rappresenta l’esame finale per Rafel Leao: il portoghese ha 90 minuti per fare lo step successivo e consacrarsi

Il conto alla rovescia che porta a Roma-Milan sta per terminare, Leao e compagni si preparano per la missione rimonta. Poco più di 24 ore al fischio d’inizio, 90 minuti per decidere le sorti di una stagione, ma non solo. Roma-Milan è un esame: una partita che per Rafael Leao vale molto di più. Il portoghese è reduce dalla pessima gara d’andata, in cui a dir la verità, nessuno tra i rossoneri ha particolarmente entusiasmato. Il focus della Gazzetta dello Sport però è su Rafael Leao e sul confine che determina il passaggio tra ottimo calciatore e campione. Un vero e proprio esame che il giornalista Alessandro Vocalelli spiega così: “Quello che può determinare se stiamo parlando di un elemento importante, a volte importantissimo con le sue accelerazioni, o di un leader, un fuoriclasse, capace di fare davvero la differenza”.

Una gara che vale presente e futuro, il momento della risposta

La partita di domani sarà speciale: determinerà il presente del Milan e potrebbe rappresentare un trampolino di lancio per il futuro dei rossoneri. Leao si trova ora al cospetto dei più grandi campioni del passato, secondo il giornalista solo un passo lo separa del raggiungere coloro che hanno fatto la storia e segnato un’epoca. Perché se il calcio è uno sport di squadra e di esaltazione del gruppo, è pur vero che ci sono campioni che fanno la differenza nei momenti più importanti. Quale migliore occasione della gara con la Roma per Rafael Leao di dare finalmente una risposta definitiva. L’esame dell’Olimpico si avvicina, il mondo Milan si stringe intorno alla propria stella: brillerà?

Ultime news

Notizie correlate