Roma-Milan, Tassotti dopo l’eliminazione: “Delusione, rosa da titolo”

I più letti

Passa la Roma, Mauro Tassotti, bandiera e storia del Milan, parla dopo la sconfitta in Europa League: la delusione e il rammarico dell’ex

Una colonna del Milan, Mauro Tassotti ha fatto la storia dei rossoneri prima da calciatore, poi da allenatore e dirigente: le sue parole dopo la Roma. Detiene il record di militanza consecutiva nel club che difficilmente verrà battuto: 17 anni da calciatore, 19 nelle vesti più formali. Torna a parlare del Milan dopo l’eliminazione ai quarti di Europa League contro la Roma, Tassotti esprime tutta la sua delusione. Lo fa tra le righe della Gazzetta dello Sport, da cui traspare il suo profondo legame e l’amore per i colori rossoneri. Prevale lo sconforto: “Grande delusione. Questione di convinzione, la Roma è passata perché l’ha voluto di più. Peccato, il Milan era un candidato alla vittoria finale, sulla carta quella rossonera è una rosa da titolo”. Poi cerca di dare una spiegazione a ciò che è accaduto. Se Pellegatti aveva respinto le accuse ai calciatori, il punto di vista di Tassotti è differente.

Fraintendimenti a San Siro, rammarico Champions

Continua cercando di spiegare i motivi dell’eliminazione. Cruciale l’atteggiamento di San Siro: “Mi pare che non abbiano avuto ben chiaro che si trattava di un dentro-fuori. In queste situazioni non si può sbagliare nulla”. Poi ritorna sulla Champions League e sul rimpianto per non aver superato la fase a gironi: “In Champions nonostante il girone di ferro, il Milan avrebbe potuto non solo passare, ma secondo me fare anche strada. Questo lascia molto rammarico”.

Ultime news

Notizie correlate