Roma-Milan, Pioli: “Non siamo stati di un livello alto come pensavamo”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il Milan non riesce nella rimonta a Roma e perde anche la gara di ritorno, venendo eliminata dall’Europa League: le parole di Stefano Pioli

Altra prova profondamente negativa per il Milan di Stefano Pioli, che non riesce nella rimonta contro la Roma e abbandona l’Europa League ai quarti di finale. Partita nuovamente mal interpretata dai rossoneri, che ci mettono solo 12 minuti a passare in svantaggio ancora per mano di Gianluca Mancini, il più lesto ad avventarsi sulla palla vagante dopo il palo di Lorenzo Pellegrini. Dopo 10 minuti arriva la batosta definitiva per gli uomini di Pioli, con la rete di Paulo Dybala che fissa il punteggio sul 2-0 e obbliga i rossoneri a fare tre gol per sperare almeno nei supplementari. Dopo quel gol il Milan prova in tutti i modi, giocando anche in superiorità numerica dal 31′ minuto. L’unica rete del match per i rossoneri, però, arriva al minuto 85 grazie all’incornata di Matteo Gabbia, troppo tardi per cambiare le sorti del passaggio del turno. Roma-Milan finisce 2-1: le parole di Stefano Pioli a Sky Sport.

L’analisi di Stefano Pioli

Sull’eliminazione: “Non siamo stati all’altezza? Sì. La Roma ha messo più qualità e determinazione. Ha meritato il passaggio del turno”.

Sui motivi dell’eliminazione: “Ci sta dentro un po’ di tutto. Sicuramente ci è mancata la qualità. Al di là del fatto che non abbiamo creato grandissime occasioni da gol, stasera abbiamo acvuto situazoni dentro l’area di rigore in cui potevamo fare molto meglio, rimettendo in piedi la partita con l’uomo in più. Ma non abbiamo avuto la qualità e quella determinazione che serviva per ribaltare un risultato così negativo dopo il 2-0 loro”.

Sulla partita: “Dovevamo essere molto più lucidi, intensi, veloci nel giro palla, non forzare le giocate. Dovevamo giocare tutto il secondo tempo vicino alla loro area. Non sempre siamo stati precisi nell’ultimo passaggio o nel tenere la palla. E quando poi abbiamo avuto le occasioni non abbiamo avuto la qualità di finalizzare”.

Sull’approccio e il gol subito dopo pochi minuti: “Nel primo gol non abbiamo preso l’inserimento di Mancini, dovevamo essere più attenti. Loro hanno fatto due tiri e hanno messo la palla all’incrocio Dybala e sulla traversa Pellegrini, da dove poi è nato il gol. Loro hanno avuto più qualità e sono stati più decisi nelle giocate decisive, che hanno indirizzato la partita. Dobbiamo ammetterlo, non siamo stati di un livello alto come pensavamo e speravamo di poter essere”.

Su Theo Hernandez: “Secondo me dopo sconfitte del genere non può essere solamente un discorso di un singolo che non ha reso come avrebbe potuto. Io credo che noi possiamo fare molto meglio. Bisogna dare i meriti alla Roma che ha giocato molto bene, ma noi potevamo uscire da questi due confronti con un risultato diverso. Il fatto di non esserci riusciti significa che non siamo riusciti ad alzare il nostro livello. E chiaramente poi la Roma ti penalizza perchè ha giocatori di qualità ed è ben messa in campo. Noi non siamo stati efficaci in entrambe le fasi. È anche un momento in cui non concediamo tantissimo, ma quando concediamo, subiamo. E se subisci così tanto concendendo poco vuol dire che devi essere ancora più attento e determinato. In due partite abbiamo tirato in prota 40 volte e alla fine ha fatto gol solo Gabbia su un corner. Anche questo signfica che la qualità è venuta meno”.

 

Ultime news

Notizie correlate