Roma Milan, Pedullà: “Numeri inquietanti, mi vengono i brividi”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Alfredo Pedullà molto duro dopo Roma Milan, c’è un aspetto inconcepibile: cita gli scontri con le italiane e il derby

Il Milan ha subito una netta sconfitta nel doppio confronto con la Roma in Europa League: Alfredo Pedullà non si spiega diverse cose. La partita dell’Olimpico farà riflettere, come spiegato da Peppe Di Stefano, e Stefano Pioli sembra l’indiziato numero uno a subirne le conseguenze. Quello che abbiamo visto è un Milan di basso livello, spesso in confusione e non in grado di essere concreto nelle occasioni che ha avuto. Le colpe sicuramente vanno suddivise, ma Pedullà definisce certi aspetti inquietanti.

“Milan spettatore non pagante”

Alfredo Pedullà è intervenuto a Sportitalia dopo Roma Milan: il giornalista è sconcertato.

“Inutile dire che i conti si fanno alla fine. Il Milan si è consegnato come aveva già fatto all’andata. Ha sbagliato molte cose, come anche nella trasmissione di dati psicologici. Sembrava una squadra all’ultima partita dell’anno. Se analizziamo i dati del Milan negli incroci con le italiane sono numeri inquietanti, mi è sembrato di rivedere il derby. Mi vengono i brividi, perché la Roma è un’ottima squadra e De Rossi può diventare un grande allenatore, ma è inconcepibile che in 180 minuti il Milan faccia da spettatore non pagante“. 

Ultime news

Notizie correlate