Roma-Milan 1-2

Roma-Milan 

10 in pagella? Poco ci manca. Sono 10 infatti le vittorie del Milan in campionato su 11 gare disputate. L’unica eccezione è il pareggio a Torino contro la nona in classifica (e no, non parliamo del Torino).

Ieri il professore Stefano Pioli ha portato a lezione anche José Mourinho, bocciato anzi rimandato sotto tutti i punti di vista tattici. Pioli prepara la gara alla perfezione e la Roma non vede biglia per quasi 70 minuti, con 4 gol segnati (2 annullati) e la consapevolezza di poter giocare e dominare una partita così con estrema serenità.

Poi l’espulsione di Theo. Ingenuo, sciocco, bocciato pure lui. Perché domenica sera c’è l’esame derby e non essere ammessi a questa prova quest’anno ci fa solamente male. 20-25 minuti di apnea, con una Roma che prova a recuperare, a rinsavire, ad avere una reazione. Il Gol di El Shaarawy nel finale è solo un lampo di una squadra che nei primi 70 aveva speso più energie a lamentarsi dell’arbitraggio che a contenere il Milan.

A proposito di arbitraggio, Maresca è il classico alunno che non apre libro ma che vuol comunque provare a sfangarla in qualche modo. Ammonizioni facili, rigore dubbio, espulsione viziata da un fallo su Krunic, rosso non dato a Veretout. Insomma, bocciato pure lui, ma per lo meno non ha influenzato l’esito della gara.

Chi ha influenzato la gara è stato Zlatan Ibrahimovic, che recupera subito il “debito” Bologna e decide che questa sarebbe stata una delle sue serate. Poco importa se lo fischiano o lo insultano, a lui basta una punizione, un lancio lungo di Kjaer, una palla in profondità. Se è in serata, funziona tutto. Promosso, oserei dire.

Promossi anche i mediani, Kessie e Bennacer, così come gli esterni. Alexis e Leao offrono una prova di grande sostanza, attenzione e pulizia tecnica. Per non parlare dell’ormai classico balletto post gara negli spogliatoi del portoghese. Promosso Tatarusanu. Convincente, sicuro, con qualche palla bloccata. Menzione d’onore per Simon Kjaer. Maestoso, imperiale, stoico, insuperabile. Promosso a pieni voti, cum laude.

Milan da 10 in pagella. Ora testa al prossimo esame, testa al derby, da non fallire se a maggio ci si vuole “laureare”.

Leggi QUI tutte le dichiarazioni post Roma-Milan 1-2

Guarda QUI le pagelle di Roma-Milan 1-2

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *