Roma-Lazio, Mancini e la bandiera: Ambrosini incalzato a DAZN risponde

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il caso Mancini dopo Roma-Lazio ha acceso il dibattito a DAZN, dibattito al quale l’ex Milan Ambrosini ha preferito… non partecipare

Nello studio di DAZN durante Sunday Night Squadre, Marco Cattaneo e i suoi ospiti, tra i quali l’ex giocatore del Milan Massimo Ambrosini, hanno discusso dell’episodio che ha coinvolto Gianluca Mancini nel post partita di Roma-Lazio. L’ex centrocampista rossonero, evidentemente imbarazzato per la questione, ha preferito non rispondere ad una domanda… che lo ha riguardato molto da vicino. Nel 2007, dopo la vittoria della Champions League del Milan ad Atene, Ambrosini era finito al centro della critica per aver festeggiato con uno sfottò riferito allo scudetto dell’Inter.

Lo scambio di vedute

Giaccherini: “A me è capitata una cosa simile, però…”

Cattaneo: “Anche a quello in parte a te (Ambrosini, ndr), però voglio dire sono delle cose che sono successe e delle quali avete già parlato… e meglio di chiunque altro forse potete dire cosa passa nella testa di un calciatore in quei momenti. Mancini ha comunque detto che non si è reso conto di cosa ci fosse sulla bandiera che gli era capitata in mano”.

Giaccherini: “A me sembrava che la guardava bene… Sono sfottò”

Cattaneo: “Il tema è quello: dove finisce lo sfottò, dove inizia tutto il resto”

Borghi: “Io credo che nei giorni di vigilia di questo derby si siano visti striscioni, canzoni, felpe, botte, armi e che ci sia sconcerto per questo a me sembra un pochino singolare. Secondo me va dato un ordine alle cose, ci sono state manifestazioni un pochino più preoccupanti. Immobile ha detto, al limite, la cosa giusta: c’è chi festeggia con più stile e chi con meno stile. Qua stiamo parlando di eleganza, non credo di molto di più”.

Ambrosini: “Marco… Insomma… Non è una bandiera della Roma… Non sono quello adatto per parlare di queste cose”.

Ultime news

Notizie correlate