il 11/02/2024 alle 10:17

Roma-Inter, è polemica: Bastoni, Inzaghi e la chiamata incriminata

0 cuori rossoneri

L’Inter rimonta la Roma all’Olimpico (2-4 per i nerazzurri): nel post-partita è però polemica su Inzaghi e una videochiamata

All’Olimpico ieri sera, l’Inter di Simone Inzaghi (squalificato) ha dato una ulteriore dimostrazione di forza a questo campionato vincendo in rimonta 2-4 contro la Roma di Daniele De Rossi: nel post partita però è scoppiata, soprattutto sui social, la polemica a causa di una “videochiamata”. Il tecnico dell’Inter, stando al racconto nel post partita dell’autore dell’ultimo gol Alessandro Bastoni, avrebbe contattato la squadra nell’intervallo per caricarla e dare indicazioni (era sotto 2-1 nel punteggio), cosa vietata dal regolamento FIGC. Andiamo nel dettaglio dell’accaduto durante e dopo Roma-Inter 2-4 con le parole di Bastoni, del vice di Inzaghi (Farris) e con un precedente di qualche mese fa.

L'Inter rimonta la Roma all'Olimpico (2-4 per i nerazzurri): nel post-partita è però polemica su Inzaghi e una videochiamata

Roma-Inter 2-4, Bastoni e la chiamata di Inzaghi

Queste le parole incriminate di Alessandro Bastoni sulla chiamata di Simone Inzaghi, affidate ai microfoni di DAZN subito dopo il fischio finale di Roma-Inter 2-4 di ieri sera:

“Primo tempo non complicato ma inguardabile, non eravamo noi sotto ogni aspetto, fisico, tecnico e mentale. Ci hanno mangiati, poi il mister ci ha chiamati nello spogliatoio dicendoci di essere noi. E nella ripresa lo abbiamo fatto vedere. Le partite si vincono anche con lo sviluppo mentale, nella ripresa abbiamo fatto lo switch mentale”.

(VIDEO) MILAN, CAMARDA ALLA IBRAHIMOVIC: DUE GOL INCREDIBILI E IDENTICI!

A correggere il tiro ci ha pensato chi di dovere, ovvero il vice-allenatore di Inzaghi, Massimiliano Farris. Sempre ai microfoni di DAZN, il vice ha negato la videochiamata tra l’allenatore squalificato e la squadra, derubricandola a “comunicazione tra mister e staff tecnico“:

“Non è una videochiamata, è una comunicazione tra il mister che era carico perché nel primo tempo non abbiamo fatto ciò che dovevamo, e noi che abbiamo fatto da tramite coi ragazzi. Nel primo tempo la Roma ha avuto un buonissimo impatto sulla gara, abbiamo preso due gol evitabili sui quali abbiamo lavorato. Nella ripresa, però, è venuto fuori perché questi ragazzi sono straordinari: nelle partite importanti possono sbagliare 20 minuti in un tempo ma poi la rimettono a posto”.

Il regolamento e il precedente

La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina ha provato a fare luce sull’accaduto, ricordando il regolamento FIGC:

MILAN, LA SECONDA SQUADRA DIPENDE DALL’INTER: COSI’ SI LEGA LA SCELTA

“L’Inter entra negli spogliatoi in difficoltà, sotto di un gol e rimontata dopo il vantaggio di Francesco Acerbi. Il pensiero degli appassionati è automatico: chissà che ramanzina dell’allenatore, per scuotere i giocatori all’intervallo… Già, peccato però che Simone Inzaghi era squalificato e in panchina c’era Massimiliano Farris, il fidato vice. Secondo le norme federali il tecnico squalificato non può “in nessun modo” dirigere la squadra e prendere parte all’evento: nemmeno con una telefonata – verrebbe da dedurre – che invece pare esserci stata”.

Nel mese di settembre 2023, in un incontro di Serie C tra Ancona e Pineto (finito 1-0 per i padroni di casa), il tecnico di casa Marco Donadel è stato squalificatoper avere, durante l’incontro, in più occasioni diretto la squadra mediante disposizioni tecniche fornite verbalmente dalla tribuna centrale, nonché mediante l’uso di un telefono cellulare nonostante fosse squalificato“.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN