Rocchi: “Rimessa Empoli-Milan? Vi dico la verità…”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Manca solo una sfida, il posticipo del lunedì tra Udinese e Verona, per chiudere questo ottavo turno di Serie A. Tanti risultati interessanti: vincono, come da pronostico, Napoli, Milan, Lazio e Juventus. Capitolano invece Inter e Fiorentina, nei due big match di giornata contro Roma e Atalanta. È stata una giornata senza grandi episodio arbitrali particolarmente controversi. L’unico è avvenuto proprio nella sfida dei rossoneri. Questo riguarda la posizione della rimessa laterale di Sandro Tonali, che ha portato al gol del vantaggio di Rebic. Proprio su questo episodio tra Empoli e Milan è intervenuto ai microfoni di RadioRai, nel corso di Radio Anch’io lo Sport, il designatore arbitrale di Serie A e B Gianluca Rocchi.

– Leggi QUI la designazione arbitrale per la sfida di Champions tra Chelsea e Milan –

ROCCHI SULL’EPISODIO IN EMPOLI MILAN:Sulla posizione della rimessa laterale contestata dall’Empoli contro il Milan, dico la verità, dovevamo essere più attenti: è l’unica sbavatura di una giornata ottimale, lo dico con orgoglio. Ci sono state prestazioni arbitrali di altissimo livello, compresa quella di Aureliano a Empoli che, a parte questo episodio – che andava fatto meglio – è stata ottimale

SUL RESTO DELLA GIORNATA:Sono contento che gli arbitri stiano lavorando all’unisono, nella stessa direzione, ci stiamo avvicinando all’Europa con i numeri arbitrali tecnici, è questo il nostro obiettivo. I “rigorini”? Quelli di Lecce erano due rigori chiari, concessi senza l’ausilio del VAR, l’unico rigore che non era da dare era quello di Genova: in questo è stato molto bravo il Var a toglierlo

SUL PRIMO ARBITRO DONNA IN SERIE A: “Parlando troppo dell’arbitraggio di Maria Sole si rischia di metterle addosso troppa pressione che, in questo momento non serve. Ha fatto bene, come spero facciano bene altri ragazzi che proveremo in Serie A. Hanno qualità e lo hanno dimostrato sul campo, in Serie B, di meritare la massima serie. Più ne parliamo, più non le facciamo del bene Altre donne arbitro in futuro? Nel mio gruppo di A e B non ne ho, ci sono due assistenti molto brave, una delle quali si è già vista in A. Magari ci stanno lavorando in Serie C, ma quello non rientra nei miei compiti. Se ci sono possibilità in futuro, che ben vengano

SULLA TECNOLOGIA:Le novità tecnologiche le accogliamo a braccia aperte, la FIGC deve darci il via sul fuorigioco semi-automatico. Quello che può migliorare la qualità, e semplificare l’operato degli arbitri, è ben accolto

SULLE PROTESTE DEGLI ALLENATORI:Paradossalmente ne preferisco uno che perde un po’ le staffe sul campo, e poi si rende conto della gravità del proprio comportamento nelle interviste, a uno che si comporta in maniera opposta

 

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate