Milan, l’agente di Giroud: «Rinnovo? Sta bene qui!» Poi un “ma” e un retroscena

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

L’agente di Olivier Giroud destabilizza i tifosi del Milan: le dichiarazioni di Vincenzo Morabito sul rinnovo del francese

Il futuro di Olivier Giroud è in bilico: nelle ultime settimane hanno trovato sempre più spazio le voci che accostano l’attaccante francese alla Major League Soccer americana, ma il rinnovo con il Milan è davvero così lontano? È la domanda che è stata posta a Vincenzo Morabito, agente e intermediario del 9 rossonero, che oggi è intervenuto a Radio CRC. Nel corso della trasmissione “Si Gonfia La Rete”, Morabito ha esaltato il 38enne giunto a 12 gol e 9 assist stagionali in 27 partite. L’ultima firma l’ha lasciata contro il Frosinone sabato, ed è da lì che parte la chiacchierata con il procuratore.

MILAN, PARLA GIROUD: “IO CON PIOLI NELLA TEMPESTA! IBRAHIMOVIC CI AIUTA COSÌ”

L’agente del 9

Infatti, così ne parla:

“Giroud è uno dei pochi attaccanti capaci di tenere alta la squadra. E ha un gioco aereo importante, oltre all’inserimento. La stagione successiva allo scudetto vinto con il Milan è arrivato in semifinale di Champions League, mentre in campionato per lui ha pesato l’arrivo di calciatori non proprio adatti. Ritengo che la rosa non fosse attrezzata per la doppia competizione. Giroud penso che sia stato decisivo nella vittoria dello scudetto nel 2021/2022”.

Ecco, allora, che arriva la domanda sul futuro del 9 di Stefano Pioli, giunto alla terza stagione in rossonero e con un contratto che scade a giugno 2024:

“I matrimoni si fanno in due, ma credo sarà decisivo questo finale di stagione. Al Milan sta bene, ma deve tenere conto anche della famiglia. Ha rinunciato ai soldi arabi perché non guarda troppo al denaro e perché con i rossoneri ha un contatto importante. In ogni caso penso che si debba aspettare. E nel frattempo darà tutto per il Milan”.

Insomma, le parole di Morabito non sono particolarmente incoraggianti e non tendono verso un rinnovo imminente.

MILAN, GIROUD DA RECORD: QUOTA 100 RAGGIUNTA CON L’UDINESE!

Parole in sintonia

Qualche giorno fa era stato il giocatore stesso a rompere gli indugi in un’intervista a La Gazzetta dello Sport:

 “Non so ancora che cosa succederà, ma so che qui mi sento bene e che al Milan ho fatto grandi cose: la nostra è una storia d’amore. Non ho ancora parlato di rinnovo con il club, più avanti vedremo e decideremo insieme. La cosa più importante è rimanere concentrato sugli obiettivi della squadra. A fine stagione si apriranno più opportunità e prenderò la mia decisione da calciatore e anche da padre di famiglia”.

In attesa di capire quel che sarà del futuro di Giroud, come lui anche Simon Kjaer e Luka Jovic, anch’essi legati al Diavolo fino al giugno 2024 e ancora nell’incertezza.

MILAN, GIROUD VOTA I BOMBER: “SESKO PIÙ DI ZIRKZEE! LEAO A DUE STELLE”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate