Gabbia a Milan TV: “Sono felicissimo. Pioli fondamentale per la mia crescita. Il nostro obiettivo è chiaro”

Matteo Gabbia dopo aver prolungato il suo contratto che lo legherà al Milan fino al 30 giugno 2026, ha parlato ai microfoni di Milan TV. Le prime parole sul rinnovo: “Sono felicissimo per aver allungato il mio contratto con questa società gloriosa, sono davvero felice e consapevole che questa storia sarà bellissima e durerà ancora per qualche anno”.

Il suo debutto: “L’esordio con la prima squadra è stata un’esperienza fantastica e un ricordo che non se ne andrà mai. Sono felicissimo, è stato l’inizio di un percorso che mi rende orgoglioso e spero che possa essere il più lungo possibile”.

L’importanza di mister Pioli: “Pioli è stato fondamentale all’interno della mia crescita. Il rinnovo è anche merito suo per la fiducia che mi ha dato quando ancora non avevo fatto l’esordio in Serie A. Lo ringrazio molto, spero davvero che ci possano essere altri momenti importanti in campo e con il mister in panchina”.

Leggi QUI – La strategia societaria sui rinnovi

La scorsa stagione e l’infortunio: “L’infortunio è stato un momento doloroso nella mia pur giovane carriera. Avevo trovato una continuità che mi rendeva importante all’interno del gruppo e che mi rendeva felice perché stavo facendo molte partite. Grazie ai miei compagni, che anche in quel momento sono stati al mio fianco, grazie al lavoro quotidiano e allo staff che a Milanello ci aiuta giorno per giorno per eliminare ogni eventuale problema sono riuscito a trovare fiducia in me stesso e nel mio fisico e fortunatamente ad essere qui oggi”.

L’obiettivo stagionale: “Il nostro obiettivo anche per noi ragazzi che magari ci troviamo ad alternare delle partite dove siamo titolari a partite dove partiamo dalla panchina è quello di farsi trovare pronti. Il mister ci chiede questo, noi ci alleniamo al meglio per essere pronti nel momento del bisogno della squadra. Sono molto felice che in questo caso sono riuscito ad aiutare i miei compagni. Penso che in futuro dobbiamo migliorare tutti come squadra, dobbiamo porci sempre l’obiettivo di essere migliori del giorno precedente e così farò anche con me stesso. Ho molto da migliorare sia a livello tecnico sia a livello di personalità sia a livello umano. Penso che io possa solo migliorare e diventare una persona e un giocatore migliore”.

L’importanza di Kjaer e Romagnoli: “Simon è stato molto importante perché fa il mio stesso ruolo e come lui anche Alessio. Sono due figure che per me sono sempre state molto importanti. Sia nelle partite positive sia nelle partite meno positive hanno sempre avuto una parola di conforto e di aiuto, un consiglio che mi ha aiutato a crescere a livello professionale. Li ringrazierò sempre per questo”.

Il rapporto con la dirigenza e soprattutto Paolo Maldini: “Sicuramente è un’emozione fantastica far parte di questa società e avere come direttore Maldini. è un qualcosa che mi rende orgoglioso. Anche solo avere un rapporto con lui qualche anno fa lo vivevo come un sogno, oggi vederlo e viverlo all’interno della mia quotidianità è qualcosa di fantastico. Speriamo che possa essere di buon auspicio per qualche trofeo che possa arrivare magari già da questa stagione. Volevo ringraziare oltre Maldini, Massara e Gazidis che sono sempre stato al mio fianco e la società per la fiducia”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan