Rigorosa privacy e pacate riflessioni post gara: la notte del talismano Cardinale a San Siro

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Come ha vissuto Cardinale Milan-Tottenham?

È stata una notte speciale quella di Milan e milanisti. In Champions League è arrivata una vittoria importante, anche se non definitiva, contro un’avversaria forte e complicata da affrontare. La squadra di Stefano Pioli ha regalato una bella serata all’intero popolo rossonero. Così come a Gerry Cardinale, che ha assistito dal vivo a San Siro all’1-0 maturato sul campo verde.

La Gazzetta dello Sport sottolinea che il numero uno di RedBird come talismano se la cava egregiamente: in tribuna il 3 settembre nel derby di andata, in tribuna l’8 ottobre con la Juve e in tribuna ieri. Tre partite, tre vittorie belle e fondamentali. L’unica ombra è arrivata lontano da Milano: il 5 ottobre a Stamford Bridge contro il Chelsea. Come ormai sappiamo, il modello di gestione resta lo stesso di Elliott, così come l’essenza della proprietà rossonera.

LEGGI QUI ANCHE – MILAN, EX SNAI PER IL NUOVO STADIO? SALA: “TUTTO PURCHÉ SI RIMANGA A MILANO”

Cardinale, però, intanto gongola perché nel suo orizzonte di sviluppo globale del marchio Milan, una vittoria come quella di ieri sera è lo spot perfetto. Come scrive la rosea, un assist formidabile in termini commerciali e di visibilità. Anche questa volta, l’americano è passato da Milano senza lasciare tracce ufficiali (come dichiarazioni o foto). Una privacy rigorosa pur facendo un punto soprattutto con l’area sportiva. Con Maldini, in particolare. E quando ieri sera ha lasciato San Siro, sono per lo meno filtrate sensazioni e riflessioni.

In questo senso, la Gazzetta scrive: “I 75 mila di San Siro anche stavolta hanno lasciato il segno nei pensieri di Carindale, come d’altra parte era successo dopo lo Scudetto. Emergono anche le parole resilienza e fiducia, ovvero le qualità di cui i giocatori sono tornati ad appropriarsi. Per quanto riguarda il periodo negativo, la riflessione è stata decisamente pacata: per chi, come lui, ha familiarità con lo sport di alto livello, gli alti e bassi non sono inconsueti. Infine, probabilmente il passaggio più significativo, ovvero la conferma della fiducia riposta nelle capacità dell’area sportiva del club di proseguire al meglio, in continuità con le strategie di fondo, nel percorso che ha riportato il Milan ai vertici del calcio italiano”. 

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Gerry Cardinale Milan
Photocredits: Getty Images

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate