Rigori a favore in Serie A: in cima l’Atalanta, quattro ancora a zero

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Focus sui rigori in Serie A: in tempo di sosta dal campionato nazionale per via del Mondiale, vediamo qual è la tendenza di quest’anno sui fischi dal dischetto per ogni squadra.

Fino a questo momento, nel torneo italiano di massima categoria sono stati assegnati 39 calci di rigore in 15 giornate complete. La speciale classifica vede in testa l’Atalanta, che grazie alla sua proposizione offensiva ha conquistato ben 6 tiri dagli undici metri. Appena dietro troviamo la Roma a 4. Scendendo, troviamo la prima squadra tra le primissime della classe: Napoli, Fiorentina, Cremonese e Bologna contano infatti 3 rigori a favore. 

LEGGI QUI ANCHE – COURTOIS DENUNCIA LE BUGIE ALLA STAMPA: “SE TROVIAMO CHI LE HA FATTE USCIRE…”

Tante quelle a quota 2: Milan, Inter, Lecce, Sassuolo, Juventus, Lazio e Monza. Solo un tiro dal dischetto calciato in Serie A da Salernitana, Spezia e Torino, mentre sono 4 le formazioni a non averne ancora mai beneficiato. 0 rigori infatti per Udinese, Empoli, Sampdoria ed Hellas Verona. Per quanto riguarda i rossoneri, entrambi i fischi a favore sono stati realizzati, uno da Theo Hernandez e uno da Giroud: Milan-Udinese 4-2 e Sampdoria-Milan 1-2. Contro la squadra di Pioli, ne sono stati assegnati altrettanti: il primo tiro di Berardi neutralizzato da Maignan, il secondo di Politano andato a buon fine in Milan-Napoli.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate