Riccardo Trevisani: Il Milan ha delle buone basi da cui ripartire