Agresti dopo Rennes-Milan: “Tre note positive, come i gol subiti”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Rennes-Milan 3-2 vista con gli occhi di Stefano Agresti (Gazzetta dello Sport): c’è dell’altro oltre alle fatiche difensive di questa squadra

Seconda sconfitta consecutiva per il Milan di Stefano Pioli, che dopo i 4 gol subiti sul campo del Monza ne prende altri 3 su quello del Rennes, facendone però due ed assicurandosi la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League (oggi i sorteggi, qui per tutto ciò che c’è da sapere). Grazie ai gol di Luka Jovic prima e di Rafael Leao poi, i rossoneri rende meno amara la tripletta di Bourigeaud, anche se come confermato dallo stesso Stefano Pioli nel post-partita di Rennes-Milan, la squadra ha un evidente problema difensivo. Sulle colonne della Gazzetta dello Sport, il commento alla sfida è stato affidato a Stefano Agresti.

“Tre note positive”

Di seguito, il commento alla sconfitta del Milan sul campo del Rennes del giornalista:

“In Francia ha dovuto giocare una partita vera, del resto solo uno sprovveduto poteva credere che il Rennes non avrebbe tentato la rimonta (quasi) impossibile dopo il 3-0 dell’andata”. La squadra di Pioli ha sofferto troppo, però ha avuto il merito di rispondere colpo su colpo: due volte sotto, due volte in parità nel giro di una manciata di minuti (prima undici, poi quattro)”.

RENNES, STEPHAN: “RIMPIANTI? NO, ALL’ANDATA CHIUSA IN 3 MINUTI… COMPLIMENTI AL MILAN”

“È sembrato che il Milan, per fare le cose sul serio, abbia atteso di andare in svantaggio. Non ha recuperato il 3-2, è vero, ma a quel punto la partita si stava avviando verso la conclusione. La qualificazione, insomma, non è mai stata davvero a rischio; resta il fatto che i rossoneri hanno perso la seconda partita consecutiva dopo quella di Monza e hanno incassato altri tre gol (sono diventati sette in due gare e in cinque giorni). Note positive, oltre alla qualificazione: l’acuto di Jovic, dopo la sciagurata espulsione rimediata domenica; la rete di Leao, dopo tanti errori; gli zero minuti giocati dal trentasettenne Giroud (non saltava una partita intera dal 2 gennaio, è interesse di tutti che recuperi un po’ di energie)”.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate