Koeman: “Reijnders per me è pronto! Ma qui siamo a un gradino in più”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il CT dell’Olanda torna a parlare di Reijnders, pronto per giocare (finalmente) con la sua Nazionale

In attesa di fare il suo ritorno in campo con la maglia Oranje, Tijjani Reijnders è già protagonista nella conferenza stampa di Ronald Koeman. Il Commissario Tecnico dell’Olanda ha parlato del centrocampista del Milan in funzione della seconda convocazione consecutiva, ottenuta grazie al grande lavoro da quando è arrivato a Milano. Da un paio di mesi a questa parte e poco più, infatti, il nuovo numero 14 rossonero si è espresso ad alto livello in un campionato importante, guadagnando così le prime convocazioni del CT ex Barça.

REIJNDERS: “IL MILAN È GIÀ CASA! SCUDETTO, CI CREDO PERCHÉ…”

Koeman su Reijnders

Restando a Milano, ma passando all’altra sponda del Naviglio, Koeman ha citato anche Denzel Dumfries, esterno dell’Inter di Simone Inzaghi. Sul classe 1996, ha dichiarato:

“Difesa a 3 o a 4? Lui può giocare perfettamente in entrambi i moduli, anche se non viene spesso messo alla prova nelle sue qualità difensive. Denzel ovviamente non merita che si abbiano dei dubbi sulla sua posizione nella squadra”.

Poi, uno dei giornalisti presenti in conferenza stampa ha toccato il tema Tijjani Reijnders, chiedendo al tecnico se sia effettivamente pronto per stare stabilmente nella Nazionale olandese. La risposta del CT è precisa, volta anche a spronare il ragazzo:

“Se riesce a dimostrarlo in Champions League, secondo me è pronto a dimostrarlo anche nella nazionale olandese. Ma giocare nella nazionale olandese è un gradino più in alto. Anche i calciatori giovani hanno il tempo per quello, ma voglio che siano se stessi e mostrino il coraggio che dimostrano nei loro club”.

DI FRANCESCO: “OCCHIO A REIJNDERS! MI SONO AGGIORNATO: CALABRIA E THEO HERNANDEZ…”

Il percorso di Tijji

Per anni alla guida del centrocampo dell’AZ Alkmaar, la chiamata tanto desiderata da Reijnders non è mai arrivata in tre stagioni. Con la maglia della Nazionale, fino al 2023, contava solamente le tre presenze del 2018 con l’Under 20. Da lì in poi di lui dalle parti dell’Oranje si sono perse le tracce. Per ritrovarle, però, bisogna saltare al passaggio al Milan di quest’estate, grazie al quale Tijjani è riuscito a fare il tanto cercato salto di qualità e a farsi convocare per le gare di qualificazione ai prossimi Europei. Finora, in Nazionale conta solamente 69′, ma con la seconda chiamata consecutiva avrà la possibilità di incrementare il proprio bottino.

In questa sosta che separa Genoa-Milan da Milan-Juventus, l’Olanda sarà impegnata venerdì sera, alle 20.45, contro la Francia di Theo Hernandez, Olivier Giroud e Mike Maignan. Ancora per le qualificazioni europee, Reijnders potrà giocarsi le sue carte per diventare protagonista di Grecia-Olanda, che andrà in scena il 16 ottobre alle ore 20.45.

E chissà se riuscirà a infoltire la storia rossonera di leggende olandesi, proprio come spera lui…

“Milan e Olanda? Avevo già letto all’inizio che sono il 13esimo giocatore olandese del Milan, quindi ci sono diverse connessioni (ride, ndr). È davvero molto bello e da olandese mi rende molto orgoglioso”.

REIJNDERS: “CHE ESTATE! IL MILAN, L’ITALIA, I TRE OLANDESI E… UN REGALO SPECIALE”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

reijnders koeman

Ultime news

Notizie correlate