Chi è Noah Raveyre, l’eroe di Youth League che vuole prendersi il Milan

I più letti

Grazie ad un super Noah Raveyre, il Milan raggiunge i quarti di Youth League: impegno, determinazione e orgoglio, il futuro rossonero è in ottime “mani”?

Noah Raveyre porta il Milan ai quarti di Youth League, due i rigori parati nella lotteria contro il Braga Under 19. Una storia, quella del giovanissimo portiere francese, fatta di dedizione e sacrificio, e con l’orgoglio di indossare la maglia rossonera a fare da filo conduttore. Raveyre inizia la stagione in panchina con il Milan Primavera, adesso è un punto fermo per mister Ignazio Abate. È alla sua prima vera stagione da protagonista. Fin qui, per il classe 2005, diciotto presenze tra campionato e coppe, per sei volte ha chiuso le gare da imbattuto. Negli ottavi di Youth League arriva la consacrazione: decisivo al Puma House of Football contro il Braga e protagonista anche nelle interviste post partita. Dalle sue dichiarazioni emerge l’impegno di un ragazzo che in soli sei mesi ha già imparato la lingua italiana, la sua umiltà e la soddisfazione di far parte di un club così glorioso.

Le parole dopo la vittoria e la prossima avversaria

Parole cariche di fame e determinazione quelle di Raveyre, eroe della qualificazione del Milan Primavera ai quarti di Youth League. La prossima avversaria sarà una delle storiche rivali in Europa: il Real Madrid di Alvaro Arbeloa. Nessun timore reverenziale per il portierino, orgoglioso di far parte di un gruppo fantastico e unito, come da lui affermato nell’intervista. Maignan come guida e l’amore per l’Italia nonostante la breve permanenza: Questo è il primo anno che sono qua, e volevo subito imparare l’italiano perché è importante per me. Mi piace questo paese, mi piace la lingua e mi piace la squadra”.

La carriera di Raveyre, al Milan sotto l’ala di “Magic Mike”

Il portiere arriva al Milan Primavera con l’obiettivo di bissare le semifinali di Youth League della scorsa stagione e tuttora e in corsa per raggiungerlo. Da tempo nel giro delle selezioni giovanili della Francia, con le quali ha vinto anche un Europeo Under 17, ha arricchito la già folta colonia francese rossonera. Nato a Puy-en-Velay, nell’Alta Loira, il 22 giugno del 2005, ha giocato una sola gara tra i professionisti, contro il Le Havre. La sua crescita sta proseguendo sotto la guida Ignazio Abate e con i consigli di Mike Maignan, chissà se la sua determinazione lo porterà a difendere un giorno i pali del Milan a San Siro.

Ultime news

Notizie correlate