Milan, Impallomeni boccia Leao agli Europei: “Permaloso e si irrita”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il duro commento di Impallomeni alla prova offerta dalla stella del Milan Leao agli Europei nel Portogallo

Il giornalista ed ex calciatore Stefano Impallomeni è intervenuto a Maracanà su TMW Radio commentando due delle maggiori delusioni della 1° giornata dei gironi agli Europei in corso in Germania, ovvero le stelle di Napoli e Milan Kvicha Kvaratskhelia e Rafael Leao. Impallomeni si è anche espresso chiaramente sul tema commissioni legato alla trattativa tra il Milan e l’agente di Joshua Zirkzee. Qui un estratto delle sue dichiarazioni.

Milan, la critica all’atteggiamento di Leao

Stefano Impallomeni è stato intervistato da TMW Radio durante la trasmissione Maracanà. Il giornalista ed ex calciatore passando da un argomento a un altro ha parlato degli Europei e di calciomercato. Il giudizio sulla prova offerta dal numero 10 del Milan Rafael Leao all’esordio da titolare all’Europeo nel suo Portogallo contro la Repubblica Ceca: “Leao male, poi è permaloso e si irrita. E’ lui che si autoesclude, si è messo dietro Ronaldo e si è spento. Fa una rabbia incredibile vederlo così. Ha tutto tranne la rabbia di essere fenomeno. Per me a questo punto Leao è questo”.

Zirkzee perfetto per i rossoneri

Impallomeni rispondendo alle domande ha promosso l’eventuale binomio Zirkzee-Milan: “Non so come finirà. Sarebbe il profilo perfetto per l’attacco del Milan e per il gioco della squadra, perché è un giocatore formidabile”. Si è scagliato contro le commissioni per gli agenti, che stanno bloccando la trattativa del club rossonero per l’olandese classe 2001: “All’agente però dico di darsi una regolata, non è possibile chiedere 15 mln di commissioni. Non mi piace fare la morale, ma è una cifra eccessiva”.

Ultime news

Notizie correlate