GALLO

Monica Tosolini (Udinese Blog) a Radio Rossonera: “Del Milan temo Ibrahimovic e Rebic”

0 cuori rossoneri

Udinese-Milan – A poche ore dalla gara tra Udinese e Milan, sfida valevole per la sesta giornata di serie A, la redazione di Radio Rossonera ha contattato la giornalista di Udinese Blog, Monica Tosolini, per affrontare alcuni temi relativi al match che si giocherà domani alle 12:30. Qui di seguito, l’intervista completa.

Udinese-Milan: chi teme di più della squadra rossonera e quali giocatori dell’Udinese dovrebbe prestare maggiormente attenzione il Milan?

Della squadra rossonera il più temibile è sicuramente Ibrahimovic, ma l’Udinese ha ragione di temere anche Rebic, che lo scorso anno ha realizzato una doppietta contro i bianconeri che furono battuti nel finale proprio da un suo gol. Dell’Udinese il giocatore più prezioso, in quanto vero leader della squadra oltre che uno dei più tecnici, è De Paul. E’ un giocatore davvero completo, fondamentale sia in fase di ripiegamento che di suggerimento. Da lui partono le azioni più pericolose dell’Udinese e spesso è anche assist man oltre che realizzatore”.

Come giudica sin qui l’avvio di stagione dell’Udinese?

“L’Udinese ha avuto un avvio di stagione difficile. Ha sofferto molto all’inizio per i “disturbi” portati dalle voci di mercato e per i lavori di completamento della rosa. Il 5 ottobre Gotti si è ritrovato con un parco giocatori importante che lo costringe anche a rivedere la disposizione tattica della squadra. L’Udinese è in fase di mutamento: quando tutti i giocatori saranno sullo stesso piano a livello di condizione fisica, l’Udinese abbandonerà del tutto il 3-5-2 per passare al 4-3-3 e sue varianti. Il campionato, per l’Udinese, deve iniziare ora”.

Come giudica il mercato della squadra friulana? Quali i punti di forza e di debolezza?

Il mercato ha portato giocatori di livello, il tasso qualitativo della squadra ne ha beneficiato molto. La rosa ha un parco giocatori da metà classifica, adesso. La forza è nel reparto offensivo, che può contare su interpreti come De Paul, Pussetto, Pereyra, Deulofeu, Lasagna e Okaka. Rinforzata anche la mediana. Si attendono risposte decisamente migliori dalla difesa che finora, senza Nuytinck e Musso (due veri leader) soffre parecchio”.

Nella giornata odierna sono intervenuti in conferenza stampa gli allenatori delle due squadre. Queste le dichiarazioni principali di Stefano Pioli: “Le parole di Dalot che è felice al Milan? Significa tanto e tutto, vuol dire che stiamo lavorando bene e c’è una sensazione positiva, dobbiamo sfruttare questo entusiasmo. C’è ancora tanto da fare, ma dobbiamo mantenere la concentrazione. Domani giochiamo contro una squadra forte, domani è la partita più difficile, dobbiamo giocare meglio, essere più pericolosi. Noi siamo in testa alla classifica e vogliamo rimanerci. Se giochiamo bene e come sappiamo possiamo continuare la striscia. Rebic ha fatto bene i due ultimi allenamenti, domani è convocato ma partirà dalla panchina”.

Queste, invece, le dichiarazioni principali di Luca Gotti: “Il Milan è migliorato passo per passo grazie ad una strategia globale che mescola giocatori giovani e altri che possono aiutarli a crescere. Una squadra propositiva, che si è guadagnata a pieno titolo il primato in classifica. E’ vero che l’Udinese spesso si esprime bene con le big, ma non possiamo accontentarci. Il nostro obiettivo deve essere quello di fare punti. Ibrahimovic ha sicuramente dato un importante contributo alla squadra in fatto di mentalità e inoltre è il capocannoniere della serie A con 6 gol. Né l’Udinese né nessuna altra squadra può concedersi il lusso di ignorare le sue qualità”.

Andrea Propato

Dalla categoria Radio Rossonera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live