SPEZIA

Spezia-Milan 2-0, the day after! Analisi tattica, dichiarazioni e curiosità

0 cuori rossoneri

SPEZIA MILAN

LA PARTITA

Mister Pioli ritrova Kjaer, Bennacer e Calhanoglu dal primo minuto, Dalot sostituisce lo squalificato Calabria.
Lo Spezia fin dai primi minuti cerca il pressing alto e manda la squadra rossonera in seria difficoltà.
Dopo undici minuti la prima occasione per lo Spezia, Agudelo mette a sedere Romagnoli al limite dell’area e cerca di andare al tiro, Kjaer interviene e salva il Milan.
Due minuti più tardi Saponara entra in area e lascia partire un gran tiro, Donnarumma con ottimi riflessi devia in calcio d’angolo.
Lo Spezia fa la partita e il Milan resta in un angolo a guardare.
Al 36′ tiro a giro di Maggiore che finisce di poco alto.
Nella ripresa l’inerzia della partita non cambia.
Al 56′ lo Spezia trova il goal del meritato vantaggio. Ottima azione ligure che dopo una serie di passaggi tra Agudelo, Gyasi e Ricci permette a Maggiore di realizzare a porta vuota la rete dell’1-0.
Dieci minuti più tardi arriva anche il 2-0 che chiude la partita. Schema dello Spezia da calcio piazzato che libera al tiro da fuori area Bastoni, gran sinistro che s’insacca alle spalle di Donnarumma.
Al 93′ Acampora sfiora l’eurogoal con una conclusione da fuori area, palla che sbatte sull’incrocio dei pali e l’arbitro Ghiffi decreta la fine della partita.

Brutta prestazione della squadra rossonera che non entra mai in partita. Sconfitta che deve far riflettere visto che arriva dopo un’intera settimana di allenamenti e che sicuramente doveva essere preparata meglio.

ANALISI TATTICA

Netta superiorità sia sul piano del gioco che sul piano dell’intensità da parte dello Spezia. Il Milan non è mai riuscito a trovare le geometrie che hanno contraddistinto la manovra rossonera nel recente periodo. 

La squadra di mister Pioli sembra in una condizione fisica precaria.
Italiano è stato bravo ad impostare una partita aggressiva tenendo la squadra molto alta e non permettendo al Milan di impostare la propria manovra nella metà campo avversaria. I rossoneri sono stati spesso costretti al lancio lungo, quasi sempre preda facile per i difensori dei liguri. La mossa di Saponara nella zona di Dalot, ha permesso allo Spezia di creare spesso superiorità numerica ed essere sempre pericolosa quando la palla arrivava da quelle parti.

CURIOSITÀ

Lontano da San Siro il Milan non perdeva dal 22 dicembre 2019, sconfitta per 5-0 a Bergamo.

DICHIARAZIONI

Pioli: “Quando viene fuori una prestazione del genere vuol dire che tutti noi abbiamo fatto male. Non abbiamo fatto niente di quanto fatto in settimana. Faticato a fare tutto. Gara in sofferenza, non è stata la nostra serata e ne siamo consapevoli. C’è molta delusione ma anche voglia di rifarsi subito. Si spingerà sul tasto di dare il massimo sempre e fare di più rispetto a quanto fatto oggi. Abbiamo le qualità per fare gare migliori di questa”.
Il Milan non è mai stato in partita, altro blackout dopo quelli con Lille e Atalanta. Mister Pioli e il suo staff devono essere bravi a lavorare molto su questo aspetto. Se la squadra rossonera non entra in campo con la massima concentrazione in ogni partita si rischiano figuracce come quella dell’altra sera.

Italiano: “Non volevamo far crescere autostima al Milan, abbiamo fatto bene anche senza palla, siamo stati bravi a ripartire. Gara preparata bene, vincere con questo Milan è una soddisfazione enorme. All’andata avevamo perso 3-0 senza creare nulla, abbiamo modificato qualche aspetto, soprattutto quello di essere aggressivi, senza permettere ai loro giocatori di qualità di avere tutte quelle occasioni, ci siamo riusciti e siamo soddisfatti”.
Lo Spezia ha disputato una grande partita dal punto di vista dell’intensità e del pressing. Vittoria meritata e tre punti importantissimi per la squadra di Italiano.

TOP & FLOP

Deludente prestazione di tutta la squadra rossonera. L’ unico a salvarsi e meritare la sufficienza è Donnarumma autore di un paio di interventi che hanno evitato un passivo ancora più pesanti.

Peggiori in campo CalhanogluSaelemaekers e Dalot. Il turco disputa una delle peggiori partite con la maglia rossonera, molto impreciso sbaglia parecchi passaggi, anche semplici, e non entra mai in partita. 
Saelemaekers anche per lui partita da dimenticare, tanti, troppi errori. Dopo un buon inizio di campionato sembra anche lui in fase calante come molti suoi compagni.
Dalot non è mai riuscito ad essere presente in fase offensiva e in difesa è sempre stato saltato. Saponara e Bastoni dalla sua parte fanno quello che vogliono.

photo credits acmilan.com

Dalla categoria Radio Rossonera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live