Qatar, giorno 2: super Inghilterra, Gakpo decisivo e pari Weah-Bale

0 cuori rossoneri

5 Common Cat Behaviours And What Th...
5 Common Cat Behaviours And What They Mean

Giorno numero 2 del Mondiale del Qatar e assistiamo già a risultati importanti, specie per le big impegnate. Una su tutte l’Inghilterra, che ha disintegrato l’Iran nella prima uscita del girone B.

INGHILTERRA-IRAN

Termina infatti 6-2 per gli inglesi la sfida con la nazionale nell’occhio del ciclone per essersi rifiutata di cantare l’inno in segno di protesta contro il regime iraniano. Ma, appunto, la sfida contro i Tre Leoni per l’Iran è faticosa soprattutto per gli ostacoli di campo. Uno di questi si verifica già dopo pochi minuti, quando il portiere Beiranvand e il suo difensore Majid Hosseini si scontrano violentemente per intercettare un cross di Kane. I soccorsi per l’estremo difensore, visibilmente sanguinante in volto e con sospetta commozione cerebrale, si prolungano, e con loro il tempo di recupero. Infatti, i 14′ supplementari assegnati dall’arbitro Raphael Claus, come riporta lo specialista Giuseppe Pastore, sono un record in una singola frazione di gioco nella storia dei Mondiali. Per via dell’infortunio per verificata commozione, l’Iran ha potuto da regolamento usufruire di un cambio aggiuntivo rispetto ai 5 standard.

Passando a parlare di campo, la gara inaugurale del girone B è il primo confronto diretto tra le due compagini, anche se i convenevoli durano ben poco. A stappare il match è il colpo di testa di Bellingham (primo giocatore nato negli anni 2000 a segnare in un Mondiale), ma prima dell’intervallo c’è spazio per altre due ulteriori marcature. Prima il bel sinistro da fuori di Saka, poi la rete al volo di Sterling. La festa inglese prosegue con la doppietta dell’esterno dell’Arsenal, preceduta solo dal solito marchio di Taremi, che oggi ha predicato nel deserto iraniano. Lo stesso centravanti del Porto avrà poi modo di siglare una doppietta su un calcio di rigore assegnato con il VAR al CENTOTREESIMO minuto. Nel mezzo, i timbri di Rashford, che fa gol 26 secondi dopo il suo ingresso, e di Grealish su assist di un generoso Wilson. Il giorno 2 di Qatar 2022, dunque, si apre con un tennistico 6-2.

SENEGAL-OLANDA

Il match che fa il paio con la sfida di apertura disputata ieri tra Qatar ed Ecuador termina 0-2 per la formazione di Van Gaal. Gli olandesi raggiungono così i sudamericani a quota 3 punti nel girone A, lasciando indietro un deludente Senegal alla prima apparizione in questo Mondiale. La gara rimane bloccata per diverso tempo. 84′ per la precisione, proprio quando Frenkie De Jong pennella un cross tagliato al centro dell’area per servire Cody Gakpo. L’esterno del PSV incorna anticipando una goffa uscita di Mendy e trova il gol del vantaggio. Il portiere del Chelsea, per sua sfortuna, sarà protagonista anche 15 minuti dopo, perché al termine del lungo recupero c’è spazio anche per il raddoppio dell’Olanda. In contropiede Depay si libera di Koulibaly e fa partire un sinistro tutt’altro che irresistibile. Mendy respinge a pochi passi da lui e rende facile il compito di Klaassen.

USA-GALLES

Il giorno numero 2 di Qatar 2022 si chiude con la gara delle 20. Protagoniste due nazionali di marchio anglosassone: Stati Uniti e Galles. Ad andare in vantaggio sono gli americani, che approfittano di un momento no degli avversari. L’1-0 arriva grazie agli inserimenti prima di Pulisic e poi di Weah: il figlio di Re George taglia in area e anticipa il portiere Hennessey con l’esterno destro. Il pareggio è firmato Gareth Bale, che trasforma all’82’ su calcio di rigore. La sfida termina 1-1 e rimanda ogni discorso sulla qualificazione, perché l’impressione è che questa potesse già essere una partita da dentro-fuori. Dunque, la classifica del girone B vede comandare l’Inghilterra da sola a 3 punti. Dietro di lei Galles e USA a pari punti e l’Iran fermo a 0.

I ROSSONERI IMPEGNATI

Solo Sergino Dest oggi ha giocato ai Mondiali con la propria Nazionale: per lui 74′ da titolare, prima di venire sostituito da Yedlin. Grazie ai dati riportati da Tuttosport evidenziamo che il terzino del Milan ha effettuato 66 passaggi con il 90% di precisione. Curioso notare come la maggior parte di questi (l’88,9%) sia avvenuto oltre la metà campo. Dest non ha lasciato un particolare segno sulla partita, ma per completezza segnaliamo che dei quattro duelli che l’hanno coinvolto, ne ha vinti (e persi) la metà.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live