Qatar, giorno 12: Giappone e Marocco da sogno, salutano Belgio e Germania

0 cuori rossoneri

Giorno numero 12 di questi Mondiali in Qatar. È stata senza dubbio la giornata delle sorprese. Due le vittime illusti di giornata: Belgio e Germania. Anche Spagna e Croazia, però, se la sono vista brutta. Il nostro racconto della giornata in Qatar, la penultima di questa fase a gironi.

Croazia-Belgio

Sfida da dentro fuori per le due compagini che conclusero in seconda e terza posizione gli ultimi Mondiali. In caso di vittoria del Marocco contro il Canada, come avvenuto, si sarebbe trattato di una sfida ad eliminazione. E così è stato. La Croazia partiva favorita, alla luce dei 4 punti contro i 3 del Belgio. Questo ha permesso ai vice-campioni del Mondo in carica di avere a disposizione 2 risultati su 3. E questa è stata la chiave di volta… Il match è terminato 0-0 e ha significato eliminazione per il Belgio. I Diavolo Rossi, però, hanno ampiamente da recriminare nei confronti di loro stessi. Il Belgio ha avuto moltissime occasioni, alcune davvero molto ghiotte. Un po’ di sfortuna e un Lukaku in una delle peggiori giornate della sua carriera hanno però detto di no alla Nazionale belga. Passa la Croazia, ma con la vittoria del Marocco è seconda nel gruppo F.

Canada-Marocco

Partita strana quella tra Canada e Marocco. Nel primo tempo la formazione nordafricana è partita a 1000, trovando subito un gol con Hakim Ziyech su una follia della retroguardia canadese. La spinta continua ha poi portato al raddoppio con En-Nesyri. Sul finire della frazione, però, il Canada ha accorciato lo svantaggio con un fortunoso autogol. Da quel momento è cambiato il match. Nella ripresa il Marocco ha accusato la tensione dell’impresa che stava per compiere e si è chiusa. L’assedio del Canada, però, non ha portato al secondo gol dei nordamericani, che sarebbe stato meritato. Finisce in gloria, dunque, il girone F per il Marocco. In un gruppo con la seconda e la terza classificate dello scorso Mondiale, la Nazionale magrebina esce da imbattuta, con 7 punti, 4 gol fatti e solo 1 subito, vincendo con merito il girone. Esce con 0 punti, ma a testa altissima il Canada. La formazione nordamericana non ha per nulla sfigurato nel corso delle tre sfide, sprattutto nella prima contro il Belgio e nel secondo tempo di oggi. Una Nazionale giovane che potrà senza dubbio togliersi alcune soddisfazioni nel prossimo futuro.

Giappone-Spagna

È estasi Giappone. La formazione nipponica batte 2-1 la Spagna e vince il gruppo E. Poco male per la Spagna, che rischia, ma resta seconda e si qualifica per gli ottavi. Due partite a tratti incredibili, con gli scenari che sono cambiati a ripetizione. Passa in vantaggio al Spagna con Alvaro Morata, che trova il suo terzo gol nella manifestazione. Vedendo il primo tempo, sembra difficile ipotizzare una reazione del Giappone, che pare ormai rassegnato a lasciare il Qatar. Nella ripresa, però, la situazione si ribalta drasticamente. La Spagna non torna in campo, il Giappone sì. Bastano 6 minuti per ribaltare il risultato. Al 48′ Doan trova la rete del pari e tre minuti più tardi Tanaka completa la rimonta. Ci sarà da discutere su questo secondo gol della Nazionale nipponica. Sul cross, infatti, il pallone sembra aver superato integralmente la linea di fondo. In ogni caso il Giappone vince e con 6 punti si regala la Croazia agli ottavi di finale, nella parte sinistra del tabellone. La Spagna di salva e affronterà il Marocco agli ottavi.

Costa Rica-Germania

A nulla vale il 4-2 della Germania sul Costa Rica. Partita più difficile del previsto per i teutonici, consapevoli di non essere padroni del proprio destino. Bastano 10 minuti a Gnabry per portare in vantaggio i suoi. Nella ripresa, però, Tejeda pareggia la partita a sorpresa. Il momento potenzialmente storico avviene al minuto 70, quando un autorete di Manuel Neuer porta in vantaggio il Costa Rica. In quel preciso momento le due formazioni qualificate sarebbero state Giappone e Costa Rica e sarebbero tornate a casa sia la Spagna che la Germania. Il momento, però dura poco, 3 minuti per la precisione. Da quel momento risale in cattedra la Germania. La doppietta di Havertz e il gol di Fullkrug fissano il punteggio sul 4-2, risultato che basterebbe a qualificarsi in caso di rete del pareggio della Spagna contro il Giappone. Questa rete, però, non arriverà mai: Costa Rica e Germania eliminate ai gironi. Altra delusione per i teutonici, fuori subito come in Russia.

I rossoneri impegnati

Solo un calciatore del Milan nelle 8 Nazionali impegnate oggi: Charles De Ketelaere con il Belgio. Per il trequartista del Milan il match non è mai iniziato, e ha dovuto vedere i suoi pareggiare 0-0 ed abbandonare il Mondiale dalla panchina. Il bilancio del suo Mondiale è negativo: solo 15 minuti giocati in 3 partite. Chi brilla, invece, è il sogno di mercato del Milan: Hakim Ziyech. L’esterno offensivo del Chelsea ha segnato il primo gol per il suo Marocco e ha trascinato i suoi alla meritata qualificazione.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish