Le pagelle di Milan-Roma 3-3: si combatte fino al fischio finale, Var West a San Siro

0 cuori rossoneri

Pagelle Milan-Roma – La giornata non inizia nel migliore dei modi, con le positività di Gigio Donnarumma, Hauge e tre membri dello staff, a cui bisogna incrociare le dita non si aggiunga nessuno nei prossimi giorni. Ai cinque positivi, il nostro in bocca al lupo per un pronto ritorno.
Le novità di formazione sono il recupero lampo di Calhanoglu e, ovviamente, l’esordio di Tatarusanu in porta. Se la giornata inizia male, la partita inizia molto bene, con Ibra che la sblocca al 2′ su assist di Leao. La Roma pareggia al 14′, con Romagnoli che non tiene Dzeko dopo una scellerata uscita di Tatarusanu. Il Milan gioca, la Roma picchia, ma il primo tempo finisce 1-1. Il Milan raddoppia ad inizio secondo tempo con Saelemaekers su assist di un grande Leao.
Poi Giacomelli assegna un rigore alla Roma per fallo di Bennacer su Pedro (molto dubbio) e ne dà uno altrettanto “strano” per Calhanoglu. Segnano Veretout ed Ibra dal dischetto. Kumbulla pareggia su un altro calcio d’angolo. Mirante salva il resto. La Roma pareggia e forse non sa nemmeno come.
P.S. Dice qualcuno “Donnarumma quei soldi non li vale, va venduto”. Ecco, credo che da questa sera l’argomento sia chiuso. Per quello che Gigio para e per quello che Gigio comunica a chi gioca davanti a lui.
Pagelle:
Tatarusanu 4,5: Esordio con papera in rossonero per il portiere rumeno. Da matita rossa l’uscita sul leggibile angolo di Pellegrini che porta Dzeko al pareggio, appare spesso insicuro. Serve riprendersi in fretta, perchè ne giocherà;
Calabria 6: Riprende la fascia occupata da Dalot in EL. Tiene bene in una partita frenetica, anche se il Milan dietro sembra avvertire la mancanza di sicurezza data da Gigio;
Kjaer 7: Anticipa sempre, chiude sempre, prende anche un palo. Meraviglioso, semplicemente ovunque. L’unico della difesa sicuro e sul pezzo. Fossero tutti come lui…
Romagnoli 5,5: Sul calcio d’angolo si fa staccare in testa da Dzeko, Errore già visto in passato su Lukaku. Per il resto, gara senza sbavature, ma con qualche duello di troppo perso;
Theo 5: Meno brillante del solito. Molto meno brillante del solito. Difensivamente impreciso e quasi nullo in fase offensiva, soprattutto conoscendone il potenziale. Calo comprensibile, visto che non ha mai tirato il fiato. Serve sostituirlo, ma serviva un sostituto;
Kessie 5,5: Meno diga del solito e si nota anche dal numero di gol presi. Il suo lavoro è fondamentale per la squadra e quando cala si vede;
Bennacer 6: Gli fischiano un rigore al limite del fantascientifico. Anche lui un po’ in confusione, alterna lucidità a momenti di spaesamento. La coppia con Kessie non riesce nel solito lavoro di recupero, copertura e smistamento, ma nel complesso è sufficiente;
Saelemaekers 6: Segna, e questo va contato. Però fa poco altro. Chiuso bene dal reparto difensivo della Roma, soffre i pochi spazi;
Calhanoglu 5,5: Non è al meglio e si vede. Meno cercato, meno presente nel gioco rossonero, lui che per mesi ne è stato il perno;
Leao 7: Due assist di livello assoluto per lui al secondo minuto di entrambi i tempi. Spacca la partita quando vuole. Il problema è capire quando vuole. Deve imparare a stare attaccato mentalmente per tutti i 90′, perchè il potenziale è enorme;
Ibrahimovic 6,5: Segna. Di nuovo. Segna sempre. Se la partita è importante, Ibra è una certezza e infatti fa doppietta. Insieme a Kjaer, guida il carattere della squadra. E in partite come queste conta come il mondo;
Krunic 6: Fa quello che deve fare, il compitino.
Castillejo 5: Inesistente, da non accorgersi dell’ingresso in campo. 5 solo perchè peggio di Tatarusanu non può fare.
All. Pioli 6: Una partita preparata bene, in cui il Milan parte benissimo in entrambi i tempi e conduce per larghi tratti. Qualche dubbio forse sui cambi.
Federico Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live