Qatar, giorno 6: Iran passa al 98′. Olanda e Inghilterra sottotono

0 cuori rossoneri

In Qatar è il giorno 6 del Mondiale di calcio 2022 che segna l’inizio della seconda giornata della fase a gironi partendo ovviamente dai gruppi A e B. Nel raggruppamento A i padroni di casa del Qatar dopo la modesta figura nella gara inaugurale persa contro l’Ecaudor, adesso il calendario li oppone al Senegal di Ballo-Touré ancora indisponibile, che è stato sconfitto a fatica dai Paesi Bassi. Questi ultimi adesso se la vedono con i sudamericani in una partita che sembra uno spareggio per il primo posto. Nel raggruppamento B  l’Inghilterra ha battuto con una goleada (6-2) l’Iran nella sua prima partita e la sua seconda sfida, in chiusura di giornata, vede la nazionale dei “Tre Leoni” affrontare gli Stati Uniti di Dest che hanno ben impressionato nel pari col Galles. Proprio i gaelici e l’Iran vogliono tenere alte le speranze di accesso agli ottavi. Ecco le sintesi e la prestazione dei rossoneri impegnati.

 

 

GALLES-IRAN

Prima di entrare negli aspetti calcistici della sfida che ha aperto in Qatar il giorno 6, c’era molta attesa allo Stadio Ahmed Bin Ali della municipalità di Al Rayyan nel vedere se i giocatori iraniani avessero continuato la protesta silenziosa contro il regime di Teheran non cantando l’inno nazionale come è avvenuto nella prima partita. In questa occasione i calciatori hanno accennato le parole dell’inno mentre in tv scorrevano le immagini dei tifosi/e dell’Iran in lacrime con in mano la bandiera. Andando sul calcio giocato, la gara è finita 2 a 0 meritatamente per l’Iran con la vittoria e la festa arrivata solo nei 2 minuti finali di recupero, ma i giocatori di Queiroz hanno cercato costantemente i 3 punti, infatti al minuto 16 Ali Gholizadeh ha intercettato un pallone e dopo una triangolazione con un ispirato Sardar Azmoun è andato in gol, ma il passaggio del giocatore del Bayer Leverkusen a quello dello Charleroi era viziato da un fuorigioco, quindi l’arbitro Escobar di Guatemala dopo la revisione del VAR ha annullato la rete. Per il resto della prima frazione non grandi emozioni con gli iraniani complessivamente più pericolosi dei gallesi, che si sono limitati a una singola occasione creata da un colpo di testa di del gigante Kieffer Moore. A inizio secondo tempo (50′) tre occasioni nella stessa azione per l’Iran che ha colpito due pali con Azmoun e Golizadeh, poi ancora “il Messi iraniano” ha provato a mettere la palla in rete di testa. Successivamente, ancora gli asiatici pericolosi con un tiro di Ezatolahi che ha costretto Hennessey a distendersi per mettere il pallone in corner. All’83’ il Galles finalmente pericoloso con Davies che ci ha provato da fuori poco alto, però al minuto 85 i dragoni sono rimasti in 10 per l’espulsione proprio di Hennessey (inizialmente solo giallo poi rosso dopo la revisione al VAR) uscito quasi a centrocampo in modalità non convenzionali e andando a fermare Taremi diretto verso la porta. Da lì in poi solo Iran con l’epilogo sperato al 98esimo che ha visto protagonista a sorpresa il difensore Rouzbeh Cheshmi, entrato al 78′, il quale ha fatto gol con una conclusione angolata da dentro l’area, prima del fischio finale (99′) anche il raddoppio a opera di Ramin Rezaeian in contropiede. Ora l’Iran (3 pt) spera ancora nella qualificazione mentre per il Galles (1 pt) si fa dura.

 

LEGGI QUI IL CT PROVOCA E THIAGO SILVA RISPONDE A TONO: CHE SCINTILLE TRA I DUE

QATAR-SENEGAL

La seconda sfida in  Qatar nel giorno 6 si è giocata allo stadio Al Thumana di Doha. Il Senegal ha vinto 3-1 sui padroni di casa. Il primo tempo della gara è stato privo di grandi emozioni fino al minuto 40 quando l’attaccante del Senegal  Boulaye Dia ha portato in vantaggio i campioni d’Africa 2022 realizzando con un tiro di destro in area che non da possibilità di risposta al portiere Barsham, ma prima pesa l’errore in chiusura di Khouki che ha reso disponibile la sfera al giocatore della Salernitana. All’inizio del secondo tempo il Senegal ha subito raddoppiato su un calcio d’angolo, Famara Diedhiou in tuffo è riuscito a colpire con la nuca la palla e incrociarla in rete. Successivamente, il Qatar ha provato a rientrare in partita ed ha avuto una grande occasione Bassam Hisham che ha colpito quasi a colpo sicuro sugli sviluppi di un corner, ma ha trovato il riflesso e la respinta di Edouard Mendy. 1-2 rinviato al minuto 78 in cui è stato l’attaccante Mohammed Muntari, di gran lunga il più pericoloso dei suoi, ad andare in gol colpendo di testa in area su di un cross fatto da Mohammad. Passano 5 giri d’orologio e Bamba Dieng, entrato in attacco al posto di Diedhiou, ristabilisce le distanze girando in rete dopo un passaggio di Ndiaye. I Leoni della Teranga si garantiscono l’opportunità di giocarsi la qualificazione nell’ultima gara, invece per il Qatar il passaggio del turno è matematicamente impossibile dopo il risultato maturato nell’altra sfida del girone.

OLANDA-ECUADOR

A Qatar 2022 nel giorno 6 allo stadio Al Khalifa si sono affrontati i Paesi Bassi contro l’Ecuador di un sempre più ispirato Enner Valencia di nuovo decisivo nell‘1 a 1.  Il match è iniziato come meglio non potrebbe per gli orange con il gol al 5′ di Cody Gakpo in rete anche alla prima partita. L’attaccante del PSV ha colpito vincente dopo che Klaassen si era accentrato fuori area e lasciato la palla a disposizione proprio di Gakpo. Nel corso del primo tempo l’Ecuador si è fatto spazio progressivamente spazio in zona offensiva e al 31′ è Valencia a spostare velocemente la sfera verso il centro con davanti Dumfries e a colpire violentemente impegnando Noppert. Al terzo minuto di recupero della prima frazione Estupiñán va in gol deviando il tiro di Preciado, ma la rete è annullata dall’arbitro algerino Ghorbal annulla tutto per il fuorigioco di Porozo che ha interferito la visione del portiere olandese. L’emozione del pareggio per i sudamericani è solo rinviata, infatti a inizio ripresa (49′) ancora Estupiñán recupera un pallone e calcia da fuori raso terra costringendo Noppert alla respinta corta su cui si è avventato Enner Valencia che appoggia dentro il pallone per il suo sesto gol ai Mondiali che coincidono anche con gli ultimi sei dell’Ecuador. Nel proseguimento della partita è ancora la Tricolor padrone del campo colpendo anche una traversa con Plata al minuto 58 mentre nel finale Valencia avendo dato tutto è costretto a uscire per un infortunio dopo che aveva palesato problemi fisici anche con il Qatar. Il recupero del goleador sarà fondamentale per l’Ecuador in vista dell’ultima gara del girone decisiva contro il Senegal anche se la nazionale del c.t. Alfaro partirà da una posizione di vantaggio con un punto in più, invece l’Olanda di Van Gaal dovrebbe non avere problemi con il Qatar e puntare a segnare più gol possibili (primo criterio in caso di arrivo a pari punti è la differenza reti) per mettere al sicuro il primo posto nel girone A.

LEGGI QUI RAFA ENTRA E SEGNA, LE PAGELLE DI LEAO SUI GIORNALI

INGHILTERRA-USA

Allo stadio Al Bayt di Al Kahwr/Al Kohr si sono sfidati Inghilterra e Stati Uniti nella partita che ha chiuso in Qatar il giorno 6 della Coppa del Mondo. Il match si è concluso 0 a 0 tra i fischi del pubblico deluso dal secondo tempo della gara dopo la bella prima frazione soprattutto degli states. I primi a rendersi pericolosi sono però gli inglesi al minuto 9 con Harry Kane recuperato per la partita che ha palleggiato in area con Bukayo Saka ed è arrivato a concludere nella direzione della porta difesa da Turner incontrando però la deviazione della difesa a stelle e strisce. Al 25′ l’occasione se la costruiscono gli USA con McKennie che ha colpito la palla in area girandola verso la rete dopo esser stato imbeccato da Musah con un cross basso. Quest’ultimo tre minuti dopo ha calciato da fuori area verso la porta inglese non impensierendo con il tiro centrale il portiere Pickford. Al 32′ ancora più pericolosi gli uomini di Berhalter che hanno colpito una traversa con Pulisic, marcato, bravo a calciare velocemente da posizione decentrata fuori area con grande potenza. La nazionale guidata da Southgate si fa rivedere al 44′ con un tiro raso terra di Mount che costringe il secondo portiere dell’Arsenal a distendersi per mettere la palla in angolo. Nel secondo tempo ancora Pulisic si rende pericoloso direttamente da calcio d’angolo a rientrare costringendo l’estremo difensore dell’Everton a smanacciare fuori. Nel finale si fanno rivedere gli inglesi soprattutto con un colpo di testa di Kane arrivato sugli sviluppi di una punizione battuta dalla trequarti sinistra. Il pareggio soddisfa gli USA che dovranno, però, battere l’Iran per entrare negli ottavi di finale mentre l’Inghilterra (4 pt) dovrà rispettare i pronostici a suo favore avendo di fronte un Galles non convincente per ora.

I ROSSONERI IMPEGNATI

Erano due i giocatori del Milan iscritti nelle rose del Mondiale delle nazionali in campo oggi in Qatar nel giorno 6, però solo uno ha potuto giocare. Fodé Ballo-Touré è ancora indisponibile nel Senegal del c.t. Aliou Cissé che in merito alle condizioni del terzino rossonero ha dichiarato la ripresa degli allenamenti, ma l’impossibilità di scendere il campo. Vedremo se sarà recuperabile per l’ultima e decisiva partita del girone contro l’Ecuador. Al contrario regolarmente titolare sulla fascia negli Stati Uniti Sergiño Dest che si è fatto vedere nel match al 16′ con un cross a trovare la punta Wright, il quale ha colpito di testa non centrando la porta difesa da Pickford. Costretto sulla difensiva, invece, nel finale di primo tempo con Shaw in percussione dentro l’area americana che trova un tunnel ai danni del numero 2 prima di mettere la palla in mezzo. Al minuto 77 il milanista è sostituito da Moore dopo essere stato colpito da crampi.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish