Milan-Lille 0-3, the day after! Analisi tattica, dichiarazioni e curiosità

0 cuori rossoneri

LA PARTITA
Serataccia per il Milan che esce da San Siro con la sconfitta più pesante mai subita in casa in Europa. La squadra rossonera parte come sempre cercando d’impostare il proprio ritmo alla gara, ma il Lille è un avversario tosto e lo dimostra fin dai primi minuti. La squadra francese è ben messa in campo e il Milan non riesce a trovare lo spazio giusto per creare azioni pericolose.
Al 22′ una clamorosa ingenuità di Romagnoli porta al rigore, abbastanza generoso, che Yazici trasforma. Da questo momento in poi la squadra rossonera sembra smettere di giocare. Pochi spunti degni di nota.
Nella ripresa Pioli prova a ravvivare la manovra inserendo Leao e Chalanoglu ma il risultato non cambia.
Yazici, protagonista della serata insieme ad un fenomenale Renato Sanches, al 55′ prova un tiro da fuori, Donnarumma si lascia colpevolmente sorprendere e il Lille va sul 2-0.
Tre minuti più tardi, con il Milan ormai con la testa da un’altra parte, Yazici chiude la sua serata magica realizzando in contropiede il suo terzo goal.
Una partita nata male e finita peggio. Serve subito ripartire con il piede giusto, capire che se ogni giocatore non riesce a dare sempre il massimo in campo si rischiano figure come quella di ieri sera. La squadra deve essere unita e compatta reagendo subito.
ANALISI TATTICA
Il Milan sbaglia completamente approccio alla gara e porta a casa una bella lezione per il futuro. Il Lille con giocatori agili e veloci in attacco ha impostato la partita sul pressing e ripartenze veloci. Il Milan è cascato nella trappola non riuscendo mai ad alzare i ritmi e facendo un possesso palla lento e prevedibile. Pochi spunti e pochi movimenti che spesso portavano a giocate rischiose permettendo così al Lille di recuperare palla e ripartire subito in contropiede. Una partita da dimenticare.
CURIOSITÀ
Il Milan ha interrotto una striscia di 23 partite consecutive in gol. L’ ultima partita senza reti era stata in Coppa Italia contro la Juventus a giugno.
Yusuf Yazici è il primo giocatore a realizzare una tripletta in trasferta contro il Milan fu Rivaldo nell’ottobre 2000, Milan-Barcellona 3-3.
DICHIARAZIONI
Pioli: “Sono l’allenatore di questa squadra, ho vissuto preparazione e pre-partita. L’avevamo preparata bene. Abbiamo commesso degli errori, ma ci sta. Impareremo anche da questa prestazione, sicuramente. E’ una squadra molto giovane, ma è matura. E saprà reagire alle difficoltà. Oggi abbiamo avuto qualche difficoltà di troppo”
Sarà importante come dice mister Pioli riuscire a imparare dagli errori commessi e riuscire subito a reagire fin dalla prossima importantissima partita di campionato contro il Verona. Un banco di prova per capire di che pasta è fatto il Milan
Kjaer: “La mentalità non deve cambiare. Noi dobbiamo continuare a fare quello che facciamo sempre, la sconfitta non ci ha fatto diventare scarsi. Ogni tanto fa bene, dà una svegliata alla squadra”.
Il difensore danese sottolinea due aspetti importanti. La sconfitta non ci deve far cambiare opinioni rispetto a quello che la squadra ha fatto vedere nelle ultime partite e sicuramente se presa nel modo giusto può permettere alla squadra di capire gli errori ed evitarli in futuro.
Diaz: “Non abbiamo giocato un’ottima partita, però, comunque, abbiamo regalato due gol ed ora dobbiamo migliorare e rimanere concentrati nelle prossime partite”.
Calo di concentrazione evidente di tutta la squadra che praticamente non è scesa in campo.
TOP & FLOP
Prestazione negativa di tutta la squadra. Romagnoli continua il suo periodo no e provoca ingenuamente il rigore che sblocca la partita. Dalot ha sbagliato molte giocate in fase offensiva e non è riuscito a ripetere la buona prestazione fatta contro lo Sparta Praga. I cambi, Chalanoglu e Leao su tutti, non hanno inciso.
Partita da dimenticare, bisogna subito voltare pagina e recuperare energie mentali e fisiche in vista della prossima partita.
Cristian Claretti
Photo Credits: AcMilan.com

Dalla categoria Radio Rossonera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live