Milan-Venezia 2-0 – Le dichiarazioni post partita

0 cuori rossoneri

Milan-Venezia 2-0 – Dopo la vittoria del Milan a San Siro sul Venezia sono stati chiamati ai microfoni Theo, Pioli e Saelemaekers, queste le loro dichiarazioni.

THEO HERNANDEZ

Sul primo goal del Milan

“Oggi mi sono divertito molto, soprattutto per il balletto con Brahim. Io ho fatto assist, lui goal e avevamo già deciso negli spogliatoi di farlo se avesse segnato. Nella prima rete la palla di Bennacer era quasi un goal.”

Sulle difficoltà del Milan fino al goal di Brahim

“Sapevamo che il Venezia sarebbe stata una squadra difficile da affrontare. Il mister ha fatto 3 cambi che hanno cambiato la partita.”

Sullo scudetto

“Dobbiamo vincere tutte le partite e anche sabato ci proveremo. Quest’anno giochiamo per qualcosa in più, vogliamo provare a vincere lo scudetto ed è quello che dobbiamo fare.”

STEFANO PIOLI

“Portare 23 giocatori e fare solo 3 cambi è un controsenso. Il Covid non ci voleva ed è giusto che ci sia la possibilità di fare 5 sostituzioni. Il nostro lavoro è sempre più attento e più curato. Ho la fortuna di avere giocatori molto forti e disponibili, di conseguenza è bene avere questi atteggiamenti. Abbiamo giocato una settimana molto impegnativa di testa e di gamba tra Lazio, Liverpool e Juventus.
A me è piaciuta la squadra, anche nel primo tempo. Abbiamo giocato, abbiamo creato, non abbiamo rischiato niente e se non segni è normale che gli avversari prendano un po’ più di fiducia e chiudano di più gli spazi. Secondo me però abbiamo fatto una prestazione da squadra vera”

Sulla rosa profonda del Milan

“Non avevo bisogno della prestazione di stasera per sapere di avere a disposizione una rosa importante a disposizione. Mi dispiace non avere tutti in questo periodo e avrei fatto sicuramente più cambi. Avete visto stasera quanto sia difficile mantenere certi ritmi con giocatori che hanno fatto la quarta partita in 10 giorni. Presto ci saremo tutti e saremo ancora più forti.È chiaro che il Venezia sia venuto a San Siro per giocare la sua partita, noi le affrontiamo tutte con intensità e qualità.”

Su Brahim Diaz

“Ha sempre creduto tantissimo nelle sue qualità ma ha avuto come tutti bisogno di adattamento. L’anno scorso giocavamo come un trequarti/centrocampista mentre quest’anno con un trequartista vero. È tornato con grande voglia al Milan ed è giusto che prenda le sue soddisfazioni”

Sulla fase difensiva del Milan

“Se davanti lavorano bene per i difensori forti è più facile leggere le traiettorie e vincere i duelli. Rebic fa grandi rincorse, Brahim non perde un inserimento e anche Leao è importante. Mi piace molto il lavoro di squadra che deve essere attiva in entrambe le fasi, se continueremo a farlo potremo dire la nostra.”

Su Rafael Leao

“La cosa più bella è stato ritrovare i giocatori a luglio notevolmente migliorati dopo la sosta. Erano più consapevoli, più convinti e significa che il lavoro dell’anno scorso ha dato i suoi frutti. È normale che in un campionato così difficili dei ragazzi di 20 anni a volte vadano in difficoltà.È stato bello trovare Leao, Tonali, Krunic e Diaz molto molto più forti e solamente stando a casa hanno metabolizzato tutto il lavoro della passata stagione.
Leao è un giocatore che può farci vincere ogni partita ed è giusto che ci aspettiamo sempre una grande giocata da lui.”

Su Sandro Tonali

“Il rapporto si crea durante la settimana e Sandro è sempre stato un ragazzo molto disponibile. Ora sta mettendo a disposizione i suoi mezzi perché sa di averli e che può dare una grande mano alla squadra.”

Sulla lotta scudetto e le altre squadre

“È sempre difficile comparare le squadre.Ci sono rose nel campionato che sono abituate a vincere ma sono molto soddisfatto di quella che mi ha messo a disposizione la società. La rosa è molto profonda e ci permette di avere sempre molti titolari.

Dobbiamo cavalcare l’entusiasmo che ci trasmettono i tifosi. Dobbiamo pensare che ogni partita e allenamento siano importantissimi per la nostra crescita. La parte più importante e prepararsi a vincere e se i giocatori sanno di poter vincere lo scudetto devono dimostrarlo con la loro convinzione.”

Su Ibrahimovic e Giroud

“Sicuramente stanno meglio e tutti speriamo di averli a disposizione il prima possibile. Sappiamo tutti che qualità, spessore e personalità possono dare alla squadra, non so però se ci saranno sabato.”

ALEXIS SAELEMAEKERS

Sulla partita di ieri sera

“Ho provato ad aiutare la squadra oggi e penso di esserci riuscito. Li abbiamo fatti correre tanto e sono felice dell’assist a Theo.”

Sulle parole di Theo riguardanti lo scudetto

“Sono d’accordo con Theo, è una squadra competitiva ed è normale che voglia vincere tutte le partite.”

Sul lavoro di Pioli e i compiti che gli affida

“È evidente che il lavoro che fa il mister e la fiducia che mi dà aiuta tanto sia me che la squadra.
Penso che ho delle caratteristiche in fase difensiva migliori di Leao e Rebic e che per questo il mister mi dia compitivi più difensivi. Mi piace anche attaccare e sono felice di aiutare in entrambe le fasi.”

Leggi QUI le pagelle di Milan-Venezia

photocredits: acmilan.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live