Massara: “È stato uno scudetto collettivo! Con l’arrivo di Elliott è cambiato tutto”

0 cuori rossoneri

Il DS del Milan Frederic Massara è intervenuto alla cerimonia di apertura della sessione estiva di calciomercato al Grand Hotel di Rimini.

Sull’intuizione più geniale dell’anno
“Non è questione di intuizioni. È cultura del lavoro, entusiasmo, coralità, un team che costruisce la squadra e un allenatore che mette i giocatori in condizione di crescere, una cosa fatta in modo eccellente da Pioli. È uno scudetto arrivato in modo collettivo, ci sono stati momenti di difficoltà ma tutti sono stati coinvolti e ognuno di loro ha dato qualcosa, anche chi ha giocato poco. Tutti hanno messo un timbro: penso al rigore di Tatarusanu, il gol di Daniel Maldini allo Spezia, il recupero di Rebic da cui nasce il gol di Tonali all’Olimpico. Questo è merito di Pioli, ha fatto un lavoro straordinario e a lui va il ringraziamento di tutti i milanisti”.

Sulla scelta Donnarumma/Maignan
“Era una fase delicata ma non in riferimento a Donnarumma, che è un grande campione. Quando è arrivata la nuova proprietà c’è stata una strategia volta a risistemare la condizione economica, abbiamo dovuto ritrovare competitività senza scordare la sostenibilità. Dovevamo fare di necessità virtù. Questo ci ha portato a fare scelte difficili, delicate, ma siamo felici di aver trovato un portiere straordinario che farà la storia del Milan”.

LEGGI QUI ANCHE   -ELLIOTT NON CI STA: RISPOSTA PICCATA ALLE ACCUSE DI BLUE SKYE-

Sulla gestione dei singoli nel calcio di oggi
“In passato era lo stesso. Sono cambiati alcuni aspetti, come lo spartiacque della legge che ha aperto alla libera circolazione degli stranieri e la legge Bosman. Quello spartiacque non è stato un momento di rottura immediato: nel ‘96 ero in procinto di svincolarmi, ero alla Fidelis e andai al Palermo guadagnando la stessa cifra. Il calcio aveva recepito la questione di tutti i lavori, io continuavo a stare sullo stesso livello di retribuzione. Ad un certo punto i portatori di interesse, famiglie e agenti, hanno colto l’occasione: l’indennizzo che la società non avrebbe pagato prendendo il giocatore a zero è iniziato ad andare al giocatore o al procuratore. È stata una rottura graduale, ora c’è un’inversione di tendenza e si pensa che certi costi non siano più sostenibili. Forse alcuni casi inizieranno a calmierare questa tendenza”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live