La risposta di Malagò sulla pubblicazione delle intercettazioni

0 cuori rossoneri

Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha voluto rispondere, commentando all’Ansa, dopo la pubblicazione di due giorni fa da parte del quotidiano Repubblica delle intercettazioni telefoniche tra lui e l’ex AD di Sky Italia Andrea Zappia che erano negli atti dell’inchiesta archiviata della procura di Milano sull’assegnazione dei diritti tv di Serie A del triennio 2018-2021.

Il vertice dello sport italiano ha voluto fare un chiarimento in merito alla vicenda delle interlocuzioni telefoniche intercettate e pubblicate in cui non aveva usato mezzi termini nei confronti dei presidenti di Serie A, ente di cui era commissario, attirando le risposte delle persone tirate in causa tra i quali l’ex presidente del Genoa Enrico Preziosi, il quale a sua volta ha attaccato duramente Malagò.

 

LEGGI QUI MALAGò INTERCETTATO: “I PRESIDENTI DI SERIE A SONO DELINQUENTI”

Malagò ha voluto chiarire la sua posizione in merito a quanto trascritto delle intercettazioni: “A parte che certe affermazioni non sono mie, ma del mio interlocutore, e io mi limito ad annuire, invito chiunque ad andare a risentire le telefonate che fa con qualunque altra persona per tirare le conclusioni”.

Giovanni Malagò si dice rattristato per l’episodio: “Un episodio che mi ha molto amareggiato, triste:  mi ha fatto molto riflettere su alcune cose, direi uno spaccato direi uno spaccato di vita del nostro paese. Non voglio fare polemica, dico solo: magari se il presidente Preziosi risente tutte le sue telefonate che ha fatto negli ultimi due anni, forse magari faccia anche lui le sue considerazioni”. Il numero uno del Coni si dice triste anche per la tempistica in cui è uscita la vicenda: “Quello che mi è dispiaciuto, è che dopo un momento così importante come la cerimonia di consegna dei Collari d’Oro 2022, l’interesse si è spostato in parte su questo argomento”.

Infine, Malagò si è espresso anche sul dispiacere per la diffusione al pubblico delle intercettazioni facenti parte di un’inchiesta poi archiviata: “Quel che voglio dire è che sono rimasto particolarmente amareggiato, direi proprio dispiaciuto, nel leggere su un giornale con una storia così importante delle frasi, delle considerazioni, delle battute fatte oltre due anni fa ed intercettate solo perché all’epoca dietro una denuncia si era aperta un’indagine”. L’inchiesta poi è stata archiviata: “Tutto è stato archiviato da maggio”.

 

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live