ESCLUSIVA – Luca Pagni: “Il Milan come il film La guerra dei Roses. Non può permettersi la perdita di Maldini. Che potere avrà Elliott in futuro?”

0 cuori rossoneri

Nel corso dell’appuntamento odierno con il Talk su Radio Rossonera, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni il giornalista di Repubblica, Luca Pagni.

Ieri il pezzo su Repubblica a firma tua ed Enrico Currò parlava di un accordo trovato per la firma di Maldini e Massara:

“A me e al collega Enrico Currò, che ha scritto il pezzo con me sul sito di Repubblica, l’accordo per il rinnovo di Maldini e Massara risulta che è stato trovato. Il contratto è stato scritto. Poi il Milan, uscito il pezzo, ha fatto sapere che non c’è nessuna firma perchè sappiamo che la firma come quella dei calciatori viene fatta in maniera ufficiale davanti a Milan TV. Sono contratti molto complessi. Maldini ha chiesto di avere voce in capitolo soprattutto per quanto riguarda le spese per non dover sempre avere l’approvazione di qualcuno. L’ultima parola l’hanno sempre avuta i manager di Elliott. Per Maldini è un passaggio inutile perchè se il suo operato rientra nei parametri di spesa, deve poter decidere in autonomia. Anche perchè il rischio è che i giocatori nell’attesa, sfuggono. Al Milan sono già sfuggiti tre giocatori. Io ho paragonato la situazione del Milan al film La guerra dei Roses dove i protagonisti non riuscivano a separarsi perchè avevano messo su una casa troppo bella, troppo grande, difficile da vendere e finchè non si trovava una soluzione, bisognava convivere. Al Milan è così da due anni perchè Maldini manager ed Elliott non è che vadano molto d’accordo. Però i rapporti interpersonali non sono fondamentali. L’importante è far funzionare, in ambiente lavorativo, la professionalità. E al Milan, visti i risultati, fino ad oggi hanno funzionato molto bene. È possibile non sopportarsi ma andare avanti lo stesso. Se ci sono altre questioni, lo vedremo. Va detto però che questa non è una bella immagine per una squadra che ha vinto e festeggiato in modo clamoroso questo scudetto. Le immagini dei meravigliosi festeggiamenti dei tifosi hanno fatto il giro del mondo”.

Te lo immagini il Milan senza Paolo Maldini? Può permetterselo?

“C’è il rischio che questa si trasformi nella classica slavina che diventa valanga perchè, nel caso, cosa farebbe Massara? Rimarrebbe? Non credo. E Pioli? Maldini e Massara qualche giorno fa sono andati a trovare Pioli a Forte dei Marmi, per dirsi cosa? Come vedi i protagonisti di questo Milan sono tutti legati fra loro. Detto questo, alla tua domanda, rispondo che non può permetterselo”.

Facciamo finta che le firme arrivano e “riparte il matrimonio”. Che tipo di “matrimonio” ti immagini? Come quello precedente?

“Ti rispondo con una domanda: chi è il proprietario del Milan? Siamo in una fase complessa e delicata per via del cambio di proprietà. Ricordiamo che a Gerry Cardinale mancano gli ultimi 300 milioni per l’acquisto e se non li trova interviene Elliott con un prestito. Però da questo capiamo che buona parte dei soldi ci sono e ad oggi si è firmato un preliminare d’acquisto e l’operazione si formalizzerà a settembre. Cardinale al Financial Times parla di questo incontro con Maldini facendo capire che è impossibile immaginare un futuro senza di lui. Quindi il futuro proprietario del Milan deve sapere qualcosa. O ha avallato questa situazione oppure vuol dire che Elliott comanda ancora. Questa seconda ipotesi ci farebbe capire che non c’è stato un vero e proprio preliminare. Tutto sarà più chiaro a settembre quando si capirà quanti uomini di Elliott faranno parte del consiglio di amministrazione”.

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica 
QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Senza categoria

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live