Milan, Pellegatti: “Rabiot sarebbe perfetto, come Flamini” (ESCLUSIVA)

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Un nuovo nome accostato al Milan: il pensiero di Carlo Pellegatti sull’eventuale approdo di Adrien Rabiot, in scadenza di contratto con la Juventus

Nel corso della giornata di oggi, in orbita Milan in tema calciomercato ha iniziato a circolare il nome del centrocampista bianconero Adrien Rabiot. Durante la puntata odierna di Filo Rossonero, abbiamo chiesto un parere a Pellegatti, che si è espresso anche sulla prossima campagna abbonamenti 2024/2025.

Carlo al canale Youtube di Radio Rossonera

CAMPAGNA ABBONAMENTI – “Dal Milan non ho saputo nulla. Parlando con il club mi hanno detto che dovrebbe iniziare il 12 di giugno, ma comunque in questa settimana. Fino a mercoledì sicuramente non annunciano Fonseca: da mercoledì a sabato”.

RABIOT – “La domanda è: sarebbe funzionale a Fonseca? Deve dare la risposta lui sul piano tecnico e tattico. Io rispondo ‘subito’. Ha un ingaggio alto, ma finisce lì. Cioè, tu pagheresti Rabiot 7 milioni. Abbiamo speso 6 milioni di euro per Flamini: non li valeva lui come ingaggio, ma era una bella occasione. Mi auguro che il Milan ci pensi. Se mi si dice, due tra Reijnders, Fofana e Bennacer a centrocampo, a destra Pulisic e a sinistra Leao con trequartista Loftus-Cheek o Rabiot e Zirkzee davanti… Ecco, si aggiungerebbe il carisma di un campione del mondo. Sarebbe perfetto, un acquisto alla Berlusconi e Galliani”.

Ultime news

Notizie correlate