PSG-Milan 3-0, Calabria: “Chi non ci crede può stare a casa!”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Capitan Calabria fa mea culpa, il Milan doveva sfruttare le occasioni e metterci di più: ma dopo il PSG non è finita

Entrato a fine primo tempo, ma uno dei più postivi del Milan: Davide Calabria ci mette la faccia dopo la pesante sconfitta con il PSG. Il capitano dei rossoneri ha parlato a Prime Video, ha ammesso i gravi errori del Diavolo. Calabria però non molla, il Milan ha ancora possibilità di passare il girone.

PSG-MILAN 3-0, PIOLI: “LORO SUPERIORI TECNICAMENTE, FATTO QUELLO CHE AVEVAMO PREPARATO”

C’è del rammarico per le prime due partite, oggi loro sono stati più forti e molto organizzati, con giocatori pronti. Noi non stiamo finalizzando le nostre occasioni. Hanno davanti un fenomeno che al primo tiro fa gol, a noi questo sta mancando. C’è rammarico per le prime due, potevamo fare più punti”.

Il Milan ci ha messo del suo…

“Sì, penso di sì, potevamo fare meglio anche con la palla e siamo stati anche tanto sbilanciati, accettando l’uno contro uno contro questi giocatori. A caldo è difficile analizzare bene. Un po’ troppe ammonizioni all’inizio”.

Il girone?

È dura, ma non è assolutamente finita, quindi ce la giocheremo. Chi non ci crede può stare a casa e noi ci crediamo”.

Calabria a Sky

“Dobbiamo capire la situazione, ultimamente subiamo troppi gol, con le grandi soprattutto, e ne facciamo troppo pochi. Loro sono una squadra molto forte, il risultato fa arrabbiare, una squadra come la nostra può far meglio e non può perdere 3-0.  Mancano ancora tre partite e saranno decisive. Il problema? Sia psicologico che tattico. I loro giocatori sono fenomenali, hanno tutti una gamba molto importante, ma non possiamo prendere gol come il secondo, dobbiamo essere già piazzati in quell’occasione. Cosa cambiare? Tutto. Dobbiamo crederci, le prime due partite potevamo vincerle, se vogliamo andare avanti come l’anno scorso dobbiamo crederci di più”.

PSG-MILAN 3-0, LE PAGELLE: NOTTE FONDA AL PARCO DEI PRINCIPI

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

psg milan calabria

Ultime news

Notizie correlate