Milan, torna il nome di Potter: ecco perché è una pista plausibile

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Graham Potter è ancora sulla short list del Milan per la panchina: due indizi rivelano la fattibilità del nome

Diversi i nomi che si sono succeduti nel corso degli ultimi mesi (e soprattutto nelle ultime settimane) per quel che riguarda il prossimo allenatore del Milan: in attesa di capire le volontà di Conceicao, Fonseca e della società, oggi torna di moda Graham Potter. Già negli scorsi mesi, la prima volta che Pioli fu messo in discussione, era emerso il profilo dell’inglese. E da qui, ma non solo, si può capire che non si tratta di “uno dei tanti” accostati ai rossoneri. Entriamo nello specifico della notizia di Tuttomercatoweb.

Un solo eventuale ostacolo

Il sito esperto di calciomercato scrive che Potter è ancora nella short list del Milan e ribadisce, appunto, che il suo identikit era stato già individuato e sondato nei mesi scorsi. Ancora sotto contratto con il Chelsea, i Blues hanno tutte le intenzioni di liberarsi del suo ingaggio che, in assenza di nuovi accordi con altri club, l’inglese percepirebbe fino al 2027. Ecco che entrambi i dettagli indicano che può rivelarsi un nome concreto in ottica Diavolo.

L’ostacolo, al momento, sarebbe l’Ajax. A differenza del Milan, gli olandesi avrebbero visto in lui l’unico serio candidato per la panchina.

Ultime news

Notizie correlate