Milan, Zazzaroni: “Pioli, giusto annoiarsi! Non ha avuto rinforzi”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Stefano Pioli non è stato aiutato dal Milan sul calciomercato? Ivan Zazzaroni è di questa idea e la esprime sul Corriere dello Sport

Ogni giorno ormai si parla di Stefano Pioli, nel bene o nel male, a mo’ di critica o elogio, a prescindere dai temi in ottica Milan: se ne parla in qualsiasi circostanza. Si commenta il suo ciclo in rossonero, se sia finito o meno, se abbia dato tutto quel che poteva dare alla squadra o se gli verrà confermata la fiducia sbandierata in questo ultimo periodo anche a giugno, quando arriverà il momento della verità. In ogni caso, Pioli ha un contratto che lo lega al Milan fino al 2025 e vuole giustamente fare il possibile per restare sulla panchina che l’ha cresciuto e forgiato da allenatore di un certo livello. Del tecnico di Parma ha parlato anche Ivan Zazzaroni, che questa mattina ha redatto un editoriale sul Corriere dello Sport.

MILAN, IL CORRIERE DELLA SERA RIVELA IL “PATTO DI SPOGLIATOIO” TRA PIOLI E LA SQUADRA

Juventus, Inter e Milan

Nell’articolo a sua firma un pensiero sulle squadre di alta classifica, che si stanno giocando l’accesso alle prossime competizioni europee. Zazzaroni parte dall’Inter, candidata numero 1 alla vittoria del titolo:

“Ha il presidente in Cina da mesi, un indebitamento e uno squilibrio economico imbarazzanti anche secondo numerosi presidenti di club che non mancano mai di ricordarcelo (Commisso, Lotito, De Laurentiis) eppure è prima in classifica in campionato con 7 punti di vantaggio che possono diventare 8 o 10 dopo il recupero con l’Atalanta”.

NAPOLI, DE LAURENTIIS: “PER SPALLETTI MILAN DECISIVO! LE INDEBITATE NON SI ISCRIVANO”

Poi, prosegue sui bianconeri:

“La Juve di punti ne ha 53, non è in Champions per le ragioni che tutti noi conosciamo, in un anno e mezzo ha notevolmente ridotto il monte stipendi e l’età media della squadra grazie a un allenatore che ha ancora un anno di contratto ma che a metà febbraio non sa se resterà”.

Infine, dice la sua anche sui rossoneri e Pioli:

“Il Milan adesso è un punto sotto la Juventus, ne ha guadagnati 5 rispetto al 2023, ma è già fuori dalla Champions. Pioli è dato un giorno out e l’altro pure, a gennaio non ha avuto i rinforzi di cui aveva bisogno e giustamente si annoia quando gli parlano dei possibili sostituti. Suoi”.

PIOLI MILAN, TREVISANI: “NON OUT, CHAPEAU. ACCANIMENTO DA PAZZI”

Photocredits: IMAGO / Antonio Balasco

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

Ultime news

Notizie correlate