Pioli, Tassotti: “Milan tra le più piacevoli” E va sulla crescita di 2 ex

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Stefano Pioli e la crescita dei singoli analizzata da Mauro Tassotti: la domanda di Gazzetta sul tecnico all’ex Milan

In un’intervista realizzata da La Gazzetta dello Sport in parallelo rispetto all’ex Inter Evaristo Beccalossi, Mauro Tassotti ha parlato del Milan di Stefano Pioli, anche in relazione al calciomercato. Per quel che riguarda l’allenatore, la domanda di Marco Fallisi è sul suo futuro.

Pioli e la difesa

La risposta dell’ex terzino che ha fatto la storia del club (anche in panchina come vice allenatore) è orientata sulla crescita dei singoli: “Fine ciclo? Per me Pioli ha lavorato molto bene in questi anni. Il Milan è una delle squadre italiane più piacevoli da vedere e con lui sono cresciuti tantissimi giocatori, da Leao a Hernandez, da Kessie a Bennacer fino allo stesso Calhanoglu“.

Nel corso della chiacchierata, Tassotti si sofferma inevitabilmente sulla difesa. Secondo il suo parere, due le incognite: il futuro di Kjaer e il compagno ideale di Tomori, che l’ex vede come titolare. Su Kalulu e Thiaw, infine: “Sono due ottimi giovani, ma in questa stagione hanno sofferto gli infortuni”.

Ultime news

Notizie correlate