Milan, senti Spalletti: “Mi piaci, sei camaelontico” Poi il complimento a Pioli

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il CT Luciano Spalletti valuta la Serie A 2023/2024: dal dominio dell’Inter al Milan di Stefano Pioli, una squadra che “sa fare un po’ tutto”

A un mese dalla prossima pausa Nazionali verso il cammino a Euro2024, Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport della situazione in Serie A, tra il dominio dell’Inter, la sorpresa Bologna e il Milan di Stefano Pioli. Per il CT degli Azzurri, i rossoneri sono una squadra bella da guardare perché camaleontica, in un’accezione diversa però da quella data da Fabio Capello. Al posto di una critica, dall’allenatore Campione d’Italia 2022/2023 arriva un complimento al Milan e al suo allenatore Pioli.

Dominio, sorprese e certezze

Nel parlare però della stagione 2023/2024 della Serie A non si parte né dal Milan, né da Stefano Pioli. Come il suo Napoli dello scorso anno, l’Inter sta dominando la classifica in un campionato che non ha storia. Per Spalletti, non si deve parlare di anomalia ma di “un minimo comun denominatore tra le due squadre: l’unione assoluta tra i giocatori, tutti partecipano alla gioia comune e individuale“.

Per quanto riguarda la sorpresa del campionato, Spalletti sceglie il Bologna di Thiago Motta, nei confronti del quale arriva un complimento molto importante: “Nel Bologna rivedo molte cose del mio Napoli, gioca un calcio europeo, sovraccarico intorno alla palla e scambio continuo di posizioni mantenendo un equilibrio di squadra“. Il CT ha parlato anche dell’Atalanta e del suo percorso da “sorpresa” a “squadra matura” che… “poi ha Koopmeiners“.

Spalletti e il Milan di Stefano Pioli

Alla domanda su una squadra di Serie A che “gli piace sempre guardare, Luciano Spalletti risponde in maniera secca: “Il Milan“. I rossoneri, che lo scorso anno sono stati la squadra ad aver messo più in difficoltà il Napoli dell’attuale CT (0-4 al Maradona ed eliminazione dalla Champions League), sono “la squadra più camaleontica tra le grandi e le sue partite sono sempre diverse, sanno fare un po’ tutto“. Dopo il complimento al Milan, arriva quello a Stefano Pioli: “Riesce sempre a mandare in campo una squadra competitiva ad alti livelli, valorizzando le qualità dell’intera rosa“.

Ultime news

Notizie correlate