Milan, Serginho su Pioli: “La gente dimentica” Ma individua il limite

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Stefano Pioli trova “difesa” nelle parole di Serginho: l’ex Milan dà giustificazioni alla stagione rossonera e ai limiti del tecnico

Intervistato da AGI insieme a Beppe Bergomi, l’ex terzino sinistro del Milan Serginho si è espresso sul probabile addio di Stefano Pioli al termine della stagione. Di seguito, le sue dichiarazioni.

Parola a Serginho

“La gente dimentica quel che Pioli ha fatto in questi anni. Scudetto e semifinale Champions sono stati una grande sorpresa per tutti. È secondo in classifica: ha fatto un grande lavoro. È normale che il ciclo di un allenatore in una società possa finire, ha avuto difficoltà a inizio annata nel capire  la qualità di ogni singolo giocatore appena arrivato, perché non è stato facile visti i tanti cambiamenti in rosa.

Le ‘new entry’ sono sempre una scommessa, specialmente quando sono molto giovani. Come è successo nella campagna acquisti del Milan: può arrivare un giocatore come Kakà o chi ha bisogno di più tempo per ambientarsi con  città, società e tifosi. Pioli ha dato il massimo e non si può buttare via tutto ciò che è stato creato“.

Ultime news

Notizie correlate