Longhi: “Milan, vi dico cosa manca! Le scusanti per Pioli…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato a TMW Radio, Bruno Longhi ha detto la sua sulla situazione relativa al Milan e sulle responsabilità di Stefano Pioli

La pesante sconfitta di ieri sera a San Siro contro i tedeschi del Borussia Dortmund complica, e non poco, la posizione già traballante di Stefano Pioli sulla panchina del Milan. Se nelle scorse settimane, nonostante i risultati negativi in campionato che hanno portato la squadra dal primo al terzo posto (con 6 punti di ritardo sull’Inter), si era detto che un’eventuale qualificazione agli ottavi di Champions League avrebbe cambiato le carte in tavola, ora la realtà è differente. Ma tutte le responsabilità di questo periodo complicato sono da attribuire al tecnico emiliano? Intervistato a TMW Radio, Bruno Longhi ha detto la sua sulla situazione relativa al Milan e sulla posizione di Pioli.

DI STEFANO: “MILAN, CERCASI DIFENSORE! IL PUNTO SULL’INCONTRO CARDINALE-PIOLI”

Bruno Longhi sul Milan

Milan, un ko che ha suscitato polemiche da parte dei tifosi. Il maggior responsabile è ritenuto Pioli:
“Il momento non è relativo solo alla sconfitta col Borussia. Ci si aspettava di più da certi giocatori nuovi, ma poi sono mancati Maignan, Giroud e Theo Hernandez ieri sera. Il riferimento agli infortuni è clamoroso, ma non so perché accadono. Quando si analizza un momento così difficile, bisogna mettere in campo tutto: allenatore, giocatori, il mercato e la dirigenza che non è all’altezza. Nel Milan c’è Furlani grande manager ma non c’è un DS che può interfacciarsi con Pioli”.

Mercato sbagliato?

“Forse serviva prendere un grande centravanti e un grande difensore, non 7-8 giocatori da 20 milioni l’uno”.

COL FROSINONE GIA’ DECISIVA: ULTIMATUM DI CARDINALE A PIOLI?

Le parole relative a Pioli

Come si può risolvere una situazione del genere?
“Le scusanti per Pioli ci sono, gioca con una squadra dimezzata. Ma è difficile da stabilire chi è responsabile di tutti questi infortuni. Il Milan delle prime giornata funzionava eccome. Dopo averlo visto a Roma, ho detto che ho visto una squadra da Scudetto. Vuol dire che Pioli ne sa di calcio, ora è da capire quanto abbia inciso lui su tutti questi infortuni”.

Da capire ora come le prossime partite potranno incidere sul futuro dell’allenatore rossonero. L’auspicio dei tifosi è che la squadra possa ritrovare cattiveria e concretezza, cercando di raddrizzare una stagione già potenzialmente compromessa, in parte, dopo i risultati di ieri sera.

PEDULLÀ: “PIOLI AL CAPOLINEA. PROPRIO LUI NON CI SPIEGA IL PERCHÉ”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate