Sabatini su Pioli e i tifosi: “Milan, così si denota debolezza”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Sandro Sabatini sottolinea gli errori di Stefano Pioli e punta il dito contro la società Milan: il suo intervento a Pressing

Invitato a esprimere la propria opinione nell’ospitata sui canali Mediaset, il giornalista Sandro Sabatini si prende un minuto per evidenziare qualche errore (recente e non) della gestione di Stefano Pioli al Milan. Poi, in merito al futuro si rivolge al club.

Timore per le reazioni dei tifosi? Sabatini non ci sta

“Se possibile, credo vadano dette delle cose anche contro Pioli. Per esempio, Chukwueze non può star fuori nella partita con la Roma e si è visto anche oggi. Perché è il giocatore più in forma. In questo momento è il Leao della fascia destra. Detto questo, gli errori nel centro-destra della difesa, sono ripetitivi dall’inizio dell’anno. Certi errori nella fase difensiva ci sono. Quindi, Pioli ha le sue sottolineature negative in questa stagione del Milan.

Però, che una dirigenza non abbia eventualmente la forza per imporre la propria decisione perché ha paura di essere travolta per un’estate dall’umore dei tifosi, mi sembra una cosa che denota debolezza. Non dico impreparazione, ma un po’ di debolezza sì”.

Ultime news

Notizie correlate