Un passo indietro, tre in avanti: Pioli cambia il suo Milan

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Per tornare al passato che ha tatuato sul braccio destro, Stefano Pioli cambia in corsa il suo Milan per la trasferta di Lecce

Fare un passo indietro per farne tre in avanti. Contro il PSG, Stefano Pioli ha portato il suo Milan nel passato recente, quel passato che ha tatuato sul braccio destro. A Lecce, in una trasferta difficile, l’allenatore rossonero potrebbe riproporre lo stesso sistema di gioco che lo ha portato alla vittoria europea più importante in carriera.

“PIOLI PERSONA PERBENE, IL MILAN SARA’ PROTAGONISTA!”: PARLA L’EX

Ritorno al… passato: Pioli porta il Milan indietro

Sulle colonne della Gazzetta dello Sport di oggi, il focus è sul ritorno al 4-2-3-1 sfruttando uno degli uomini più decisivi (e lo dicono i numeri) dell’inizio di stagione rossonero: Ruben Loftus-Cheek.

“Si scrive 4-2-3-1, si legge formula Scudetto. […] Contro il PSG, Pioli non si è inventato niente: ha intuito che il suo marchio di fabbrica, il sistema di gioco che lo ha portato al primo trionfo in carriera con lo scudetto del 2022, sarebbe stata la chiave tattica per giocarsela con le stelle di Luis Enrique e lo ha riproposto. Il risultato è un mix perfetto tra passato e presente, che adesso parla anche del futuro: Leao e Giroud sono tornati a segnare, Theo si è rimesso a spingere come ai tempi d’oro, il centrocampo ha impressionato. Ognuno con compiti diversi da quelli di inizio stagione, tutti comodi coi nuovi abiti addosso: Reijnders si è sdoppiato tra copertura e costruzione ricordando Bennacer, Musah ha ringhiato alla Gattuso e Loftus-Cheek ha rivelato a tutti che un trequartista, volendo, questo Milan ce l’ha”.

MARCHETTI: “IL MILAN COL PSG MI HA RICORDATO L’INTER! MA CHE TORTO A PIOLI…”

Lecce-Milan, chi giocherà?

Che Milan ha intenzione di mettere in campo quindi Stefano Pioli nella trasferta di Lecce? Quelle che possono sembrare scelte “chiamate”, in realtà non lo sono. Tranne per quanto riguarda la retroguardia: con l’emergenza di centrali, davanti a Mike Maignan giocheranno capitan Davide Calabria, Malick Thiaw, Fikayo Tomori e un Theo Hernandez che ha fatto finalmente rivedere sprazzi di luce nella vittoria contro il PSG. La vera chiave del match sarà il centrocampo: 4-3-3 o 4-2-3-1? Secondo quanto riportato dalla rosea, Pioli riproporrà il vecchio modulo con due tra Krunic, Musah e Reijnders nella mediana a 2 e Ruben Loftus-Cheek spostato sulla trequarti. Non si toccano Olivier Giroud e Rafael Leao, tornati insieme al gol in Champions League come padre e figlio, mentre lo stop precauzionale di Christian Pulisic rilancia l’acquisto più costoso dell’estate del Milan: Samuel Chukwueze. Sarà il nigeriano a partire titolare sulla fascia sinistra, cosa che non capitava dalla trasferta di Genova che aveva lanciato il Milan in testa alla classifica.

“IO MIRACOLATO? SPERIAMO…”: PIOLI STA AL GIOCO NELLO SCHERZO DELLE IENE

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate