Pioli, premiata la 200ª panchina! E Furlani ha un’altra speranza…

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Stefano Pioli è stato premiato da Giorgio Furlani nel pomeriggio di oggi per la sua presenza numero 200 sulla panchina del Milan

Il ritorno in Champions League, uno Scudetto e la semifinale raggiunta la scorsa stagione: sono questi i principali risultati ottenuti da Stefano Pioli alla guida del Milan. Oggi, prima della sessione di allenamento pomeridiana, il tecnico ha ricevuto direttamente dalle mani dell’AD Giorgio Furlani e di Geoffrey Moncada un premio per le 200 presenze sulla panchina dei rossoneri raggiunte contro il PSG. Dopo 4 anni di matrimonio, l’attuale allenatore del Diavolo sperava tuttavia di festeggiare questo grande traguardo con un successo europeo, nella terza partita del girone di Champions League giocata mercoledì sera. Dopo le due sconfitte in pochi giorni tra Juventus e PSG con nessun gol segnato, lui e i suoi ragazzi sono chiamati alla reazione nel posticipo di domenica sera a Napoli per onorare al meglio questo premio.

GARLANDO: “MILAN, SINGOLI SCONCERTANTI! A PIOLI SERVE DIARCHIA AL COMANDO”

Il premio per le 200 panchine

Queste le parole di Giorgio Furlani davanti all’allenatore, allo staff e a tutta la squadra:

“Le duecento presenze sono solo una piccola vittoria, il prossimo mini traguardo arriverà all’incirca a febbraio quando supererai le 220 panchine di Sacchi ma soprattutto il grande traguardo sarà a maggio quando speriamo tutti di festeggiare”.

Subito dopo è arrivata la risposta di Stefano Pioli:

“Non avrei potuto raggiungere questo traguardo senza il supporto del Club e senza le vostre qualità morali, professionali e tecniche”.

“MILAN, E’ TUTTA COLPA DI PIOLI?”: ORDINE ARGOMENTA IL “NO”

PSG-Milan: le dichiarazioni a Prime Video nel postpartita

Dopo la sconfitta per 3-0 al Parco dei Principi, Stefano Pioli ha commentato in questi termini la partita, la prestazione e il risultato:

“È un risultato pesante. Credo che la squadra abbia fatto tutto quello che doveva fare, ma dal punto di vista tecnico si doveva fare una partita migliore. Loro hanno fatto meglio tecnicamente di noi, sfruttando le occasioni. Il primo tempo abbiamo recuperato tanti palloni, nel secondo abbiamo perso troppe palle e preso un secondo gol brutto”.

Pulisic sbaglia il gol per troppa preoccupazione?

“Non ho parlato con Pulisic, forse non si è reso conto che il suo uomo fosse lontano… Anche loro hanno portato pressione su di noi, non era facile giocare puliti. Ci hanno punito nei momenti giusti della partita, noi possiamo fare partite migliori”.

Preoccupato?

“Si è sempre preoccupati quando perdi due partite di fila. Ho visto cose che possiamo fare meglio, quindi dobbiamo cercare di alzare il nostro livello. Non è finita, ma dobbiamo correre ributtandoci sul campionato innanzitutto e pensare al Napoli”.

C’è stato un calo mentale dopo il 60′?

“Per 60 minuti abbiamo fatto una grande prestazione, giocando anche meglio del PSG. Poi siamo calati. Dispiace perché era una partita importante. Non posso rimproverare niente ai miei giocatori dal punto di vista dell’atteggiamento, hanno fatto ciò che avevamo preparato, ma loro sono stati più bravi tecnicamente di noi”.

PSG-MILAN 3-0, PIOLI: “LORO SUPERIORI TECNICAMENTE, FATTO CIO’ CHE AVEVAMO PREPARATO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

pioli milan

Ultime news

Notizie correlate