Milan, Pioli saluta: «Sono stato out, on fire e altro, ho una “Piolata” preferita»

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

L’addio di Stefano Pioli al Milan in conferenza stampa: il suo futuro e i momenti vissuti in rossonero sul campo e non

Dopo dei bellissimi ed emozionanti momenti sul prato verde di San Siro, l’ormai ex tecnico del Milan ha dedicato l’ultima conferenza stampa della sua avventura rossonera ai ringraziamenti e al suo futuro da allenatore: alcuni passaggi dell’intervento di Pioli di fronte ai giornalisti.

Pioli in conferenza

GRAZIE MILAN – “Quando 25 anni fa ho cominciato ad allenare neanche nel sogno più bello potevo pensare di vivere certe emozioni. Il Milan è un club prestigioso, il top. Mi porterò tutto via. Esco da questa esperienza più completo”.

IL CLUB NEL SUO FUTURO – “Mi auguro di trovare delle situazioni, persone o presidenti in cui sento che si possa fare qualcosa di speciale, che non vuol dire solo poter vincere.  Sono stato troppo attento a non farmi distrarre da niente per rispetto e gratitudine verso il Milan. La Premier League mi stimola, ma non so se sarà possibile”.

CHE PIOLI SI SENTE – “Sono arrivato che ero out, poi Pioli’s on fire, poi Pioli qualcos’altro… Sono uscito da qui col cuore pieno di gioia. Non smetterò oggi, ma se dovesse essere così posso dire di aver raggiunto ciò che sognavo”.

LA SEPARAZIONE – “È arrivato il momento giusto. Consigli al mio successore? No. perché quando vado ad allenare una squadra nuova non ho mai chiamato l’allenatore precedente. Consiglio al Milan? Non lo do, sono cose su cui non posso più incidere. Il club saprà fare le cose per tornare a vincere”.

LA ‘PIOLATA’ DEL CUORE – “Mi ricordo una partita contro l’Atalanta a Bergamo: a livello tattico e di strategia, per come intendiamo noi il calcio, bellissima. Poi abbiamo sempre cercato di dare ai giocatori delle soluzioni”.

Ultime news

Notizie correlate