Milan, Obaretin: “Un onore allenarmi in prima squadra, Pioli eccezionale”

I più letti

L’ex Milan Primavera Nosa Obaretin ha parlato dei suoi anni trascorsi in rossonero, soffermandosi anche su Stefano Pioli

L’ex giocatore del Milan Primavera Nosa Obaretin ha parlato in esclusiva a La Casa di C ricordando con grande entusiasmo gli anni con la maglia rossonera e il primo impatto con Stefano Pioli.

Le parole del giocatore

Obaretin racconta del suo approdo al Milan e il suo stato d’animo in quel momento: “Quando avevo 9 anni sono andato al Cesena: lì ho fatto 5/6 stagioni. Sono andato nell’Under 15 e poi è arrivata la chiamata del Milan. In quel momento ero un quindicenne, ma è stato lì che ho capito di poter fare qualcosa di importante. All’inizio ero incredulo: era un onore per me potermi allenare in quella squadra“.

Il difensore classe 2001, attualmente al Trento ma di proprietà del Napoli, parla anche di cosa ha provato quando è stato chiamato per allenarsi in prima squadra a contatto con i grandi campioni: “Aver fatto degli allenamenti con la Prima Squadra a Milanello per me, che sono milanista, ha significato davvero tanto. Ho potuto misurarmi con dei campioni come Rafael Leão, il mio calciatore rossonero preferito, Olivier Giroud, Theo Hernández. In quel periodo in panchina c’era già Stefano Pioli, che è un allenatore eccezionale. Prendevo spunto anche da Kjaer e da Gabbia. Ogni volta che andavo in prima squadra cercavo di apprendere qualcosa da quelli che avevano più esperienza

Ultime news

Notizie correlate