Moretto: “Pioli a rischio esonero? I piani del Milan per la panchina”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Dopo la sconfitta contro l’Udinese, Pioli è a rischio esonero? Quali sono i piani del Milan per la panchina? Il punto di Matteo Moretto

La sconfitta contro l’Udinese certifica un momento di crisi per il Milan. Nelle ultime 4, tra campionato e Champions League, è arrivato un solo pareggio, contro il Napoli. Le reti messe a segno sono solo due, la doppietta di Giroud proprio al Maradona. Quelle subite, invece, sono 7. La panchina di Stefano Pioli non è mai stata in dubbio da quando ci si è seduto per la prima volta. Ma ora tifosi ed opinionisti si chiedono se sia ancora così certo il suo posto alla guida del Milan. Proprio per chierire questi dubbi, il giornalista Matteo Moretto ha voluto chiarire la situazione, spiegando l’attuale posizione del Milan nei confronti di Pioli e i piani per la panchina rossonera.

“LA RIPROVA… DAVANTI A CASA MIA”: ADANI CONFERMA LA TEORIA SU PIOLI

Un Milan a due facce

I rossoneri, ovviamente, stanno facendo alcune valutazioni. Dopo l’avvio di stagione brillante, con un buon bottino di vittorie in Serie A, sporcato solo dalla batosta subita nel derby, e due prestazioni convincenti in Champions League, dove però sono arrivati solo due punti, il Milan sembra essersi spento. Dopo la sosta per le Nazionali di ottobre, gli uomini di Pioli non sono ancora riusciti a vincere e, in generale, hanno convinto poco sotto tutti gli aspetti. Contro la Juventus la prestazione non è stata di certo entusiasmante. Nonostante questo, la vittoria dei bianconeri è stata pesantemente aiutata dal grave errore individuale di Thiaw, che ha lasciato i suoi in 10 per più di un tempo, e dalla sfortunata deviazione di Krunic, che ha reso fatale un tiro tuttaltro che irresistibile di Locatelli. Discorso differente per la sfida di Parigi contro il PSG, in cui il Milan è stato inferiore sotto ogni aspetto ed è uscito dal Parco dei Principi con le ossa rotte. Il primo tempo al Maradona di Napoli, poi, sembrava aver scacciato i fantasmi di una crisi come quella vista lo scorso mese di gennaio, ma un avvio di ripresa da incubo ha condannato i rossoneri al pari. E, infine, la gara contro l’Udinese, in cui il risultato la dice già molto lunga.

ESCLUSIVA, PELLEGATTI: “NON DIFENDO PIOLI, DIFENDO IL MILAN!”

Pioli non in discussione, ma la situazione potrebbe cambiare

Matteo Moretto ha fatto il punto sulla situazione attuale di Stefano Pioli e sulla sua posizione sulla panchina del Milan. Queste le sue parole scritte sul sito SOS Fanta.  Dopo queste 4 partite, Stefano Pioli è a rischio esonero? No. Per meglio dire, non ancora. Il giornalista ha voluto precisare come ci sia ancora comunione di intenti tra tutte le parti e che società e direzione sportiva remino dalla stessa parte, la stessa da cui rema anche Stefano Pioli con il suo staff. Nessun altro allenatore è stato contattato per valutare un cambio in corsa, ma ovviamente la posizione di Pioli non è così solida al momento. Secondo Moretto, la società si aspetta segnali importanti nelle prossime due gare, contro PSG, gara che sarà con ogni probabilità decisiva per le velleità di passaggio del turno dei rossoneri, e contro il Lecce. Per ora la situazione resta quella prevista ad inizio anno: niente ribaltoni a stagione in corso. Al termine dell’anno ci si siederà attorno a un tavolo e si faranno tutte le dovuto considerazioni. Questo è ancora il pensiero del Milan in questo momento. Moretto, inoltre, ci ha tenuto anche a far notare un ulteriore aspetto che volge in favore di Pioli: esonerare l’attuale allenatore per ingaggiarne un altro ha un costo, e la società di via Aldo Rossi ha dimostrato di essere sempre molto attento agli aspetti economici.

PALMERI: “IBRAHIMOVIC DELEGITTIMA PIOLI? IL MILAN E LE SPECULAZIONI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Pioli Milan

Ultime news

Notizie correlate