“Milan incapace, Pioli ha sparato alto”: l’ex e l’autogol Scudetto

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

A DAZN si parla di comunicazione degli allenatori: il parere di Montolivo sul Milan e Pioli è lo stesso di qualche mese fa

Dopo un’altra brutta sconfitta del Milan di questa stagione, arrivata contro un’Atalanta rinata al termine di un lungo periodo di difficoltà, la squadra di Stefano Pioli fa discutere per la mancanza di continuità. Il 3-2 di Bergamo ha contribuito ad alimentare uno stato d’animo dei tifosi rossoneri che è negativo (seppur a targhe alterne per qualche vittoria recente) da ormai qualche tempo. Nel corso di “Tutti Bravi dal Divano, Players Only”, il programma post partita di DAZN con soli ex calciatori, sono intervenuti Marco Parolo, Valon Behrami, Emanuele Giaccherini e Riccardo Montolivo. 

ATALANTA-MILAN, GRAZIANI: “GUARDANO E DISCUTONO SENZA RENDERSI CONTO!”

L’ultimo, unico passato anche da Milanello, quando si è introdotto il tema Stefano Pioli e il suo modo di comunicare con la stampa ha ribadito un concetto che a detta sua aveva già espresso nel vicino passato. In particolare, per Montolivo il Milan non avrebbe una squadra degna di poter lottare per il primo posto in campionato e, quindi, la comunicazione dell’allenatore dovrebbe adeguarsi di conseguenza. La prima domanda è sull’attuale momento: “come vedi i rossoneri e Pioli?”.

Montolivo a Parolo: “Adesso sono chiaramente in difficoltà”.

“E quando ha detto che il Milan deve vincere lo Scudetto, cosa hai pensato?”, chiede Parolo:

“Ecco, secondo me lì ha sparato alto. Perché non corrisponde alla verità. Come ho detto all’inizio dell’anno e dico adesso, il Milan è incapace di competere per lo Scudetto. Sarà una strategia forse, ma così alzi l’aspettativa e ti fai un autogol”.

“HA SENSO ESONERARLO? A INIZIO SETTEMBRE…”: MILAN, RETROSCENA SU PIOLI

A ribadire all’ex centrocampista è Giaccherini, che si inserisce nel discorso:

“Magari alzi l’aspettativa da una parte, ma dall’altra dai ulteriore fiducia ai tuoi calciatori dicendo così. Può fare l’effetto di far crescere le responsabilità”.

Il parere di Behrami, invece, viene così espresso:

“A me ha dato la sensazione di mancanza di sintonia. Nel senso che, dentro di sé, lui la pensa come ha detto Ricky (Montolivo, ndr). Lui e la squadra sanno che sono in difficoltà, ma la società vuole invece un profilo all’americana, dove ‘Io sono il migliore al mondo, io devo sempre puntare in alto’. Quindi è andato un po’ contro quello che è lui di solito, ha seguito più quel che la società vuole vedere fuori”.

LEOTTA: “SI È PERSA LA MAGIA. AVANTI CON PIOLI? LA PENSO COSÌ”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate