Milan, non solo Pioli: 5 (+1) giocatori “in bilico” dopo le parole di Cardinale

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

La Gazzetta dello Sport prova ad ipotizzare i cambiamenti nel futuro del Milan dopo le parole di Cardinale: oltre a Pioli, questi sono i giocatori “in bilico”

Tanti cambiamenti arriveranno in casa Milan dopo le parole del n1 di RedBird e del club rossonero, Gerry Cardinale, al Business of Football Summit: a rischio non c’è solo Stefano Pioli ma anche diversi giocatori che non hanno convinto in questa stagione rossonera. Per la Gazzetta dello Sport, questi potrebbero lasciare il club nella prossima estate. Stiamo parlando di Kjaer e Giroud (situazione diversa perché sono in scadenza di contratto), Chukwueze, Okafor e Jovic, senza dimenticare la possibile partenza di un big (Leao, Theo Hernandez, Maignan).

Pioli e il futuro al Milan

Per la rosea, “i cambiamenti saranno profondi” in quanto “Gerry non ha escluso niente e nessuno“. Partendo dall’allenatore del Milan, Stefano Pioli, il quotidiano ribadisce che “il giudizio su Pioli è rimandato a fine stagione, la vittoria dell’Europa League consegnerebbe alla proprietà il trofeo che manca in bacheca, al contrario le chance di permanenza sarebbero decisamente più modeste“.

Una “nuova ristrutturazione” nella rosa

A livello di rosa, Gazzetta parla di una “nuova ristrutturazione“: “Due dei senatori, Giroud e Kjaer, sono a scadenza di contratto. […] Difficile arrivino offerte per Chukwueze: la spesa della scorsa estate, 28 milioni, non ha ripagato la fiducia; Okafor non ha corso veloce come faceva al Salisburgo. Non sono però incedibili. Jovic ha il contratto in scadenza e qui è difficile pensare a svolte clamorose: è stato utile ma mai davvero affidabile e l’ipotesi rinnovo si è di nuovo allontanata“.

Il diktat sui “big” è invece chiaro: “non si muovono a meno che un’offerta super non convinca il club a cambiare posizione, un calciomercato ricco potrebbe essere finanziato con la cessione di uno tra Maignan, Theo o Leao“.

Ultime news

Notizie correlate