Milan, Gazzetta punzecchia tre volte Pioli: “I conti non tornano”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Stefano Pioli è sotto accusa: la Gazzetta dello Sport di oggi ha evidenziato i tre grandi limiti della stagione del Milan

Per il Milan di Stefano Pioli, la stagione è stata parecchio altalenante: il primo posto dopo 9 giornate, il derby perso 5-1 dall’Inter, la vittoria sul PSG a San Siro ma l’eliminazione ai gironi di Champions League, i 13 punti di distanza dalla vetta in campionato. Per la Gazzetta dello Sport, che mette la notizia in prima pagina, “i conti non tornano“: il Milan di Pioli è lontano dalla vetta, subisce troppi gol ed ha solo l’Europa League come obiettivo della stagione.

Cosa non è riuscito

L’analisi del quotidiano prende come esempio la partita contro l’Atalanta, “una sintesi dell’intera stagione rossonera: sei mesi riassunti in 90 minuti, l’illusione iniziale e poi i rimpianti“. Durante il corso della stagione del Milan, diverse cose non sono riuscite a Stefano Pioli. Se per lo scudetto “Inzaghi colpevole di eccesso di velocità“, l’allenatore campione d’Italia 2021/2022, scrive la rosea, non è riuscito a valorizzare giocatori come Chukwueze ed Okafor. Questo anche a causa del problema infortuni muscolari, “responsabilità che pesa sulle spalle dello staff“. Il terzo grande problema è la fragilità difensiva: le reti subite in Serie A sono 32 (20 più dell’Inter), e in trasferta i dati dicono addirittura che il Milan è quartultimo dietro Sassuolo, Cagliari e Frosinone.

Ultime news

Notizie correlate