Milan, l’ex Serie A contro Pioli: “Ci spieghi perché è lontano dall’Inter”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Per l’ex difensore Massimo Brambati, Stefano Pioli ha il dovere di spiegare ai tifosi del Milan (e non solo) perché i rossoneri sono così distanti dall’Inter in classifica

Dure le critiche dell’ex calciatore di Serie A, Massimo Brambati, nei confronti di Stefano Pioli, anche dopo la bella prestazione del Milan contro l’Atalanta. L’allenatore Campione d’Italia 2021/2022, secondo l’ex difensore di Torino e Bari tra le altre, è colpevole di essere troppo distante dall’Inter capolista, e di non avere mai realmente spiegato il perché

“Ce lo deve spiegare”

Prima di parlare di Stefano Pioli, l’ex calciatore Massimo Brambati ha parlato delle parole di Alessandro Florenzi in conferenza stampa dirette a Rafael Leao, parole che non sono piaciute tantissimo: “Credo che un giocatore debba fare il giocatore e se deve fare un intervento del genere lo deve fare all’interno di uno spogliatoio e non davanti alle telecamere. La deve dire una cosa del genere o l’allenatore o qualche dirigente“.

Brambati si concentra poi su Stefano Pioli, portando diverse critiche all’allenatore di Parma nonostante la buona prestazione del Milan sull’Atalanta di domenica sera (1-1): “Il Milan ha la colpa di essere troppo lontana dall’Inter. Al netto che l’Inter sta facendo un campionato straordinario, ma fino a poco tempo fa Pioli parlava di Scudetto ma Pioli ora ci deve spiegare perché è così lontano dall’Inter. Lo scorso anno si erano trincerati dietro l’anno straordinario del Napoli e quest’anno si dice la stessa cosa dell’Inter“.

Sempre sulla corsa scudetto, aggiunge: “Ha speso tanto sul calciomercato, perché non si può competere per lo Scudetto? Non sei mai stato all’interno della lotta Scudetto, paradossalmente c’è stata più la Juventus fino a un mese fa. E di Scudetto ne ha parlato all’inizio e anche poco tempo fa. Invece di spiegarci perché il rigore non c’è ci spieghi questo“.

Nel finale, anche la provocazione verso chi ha la possibilità di approcciarsi con il diretto interessato, almeno una volta a settimana: “Tiro le orecchie ai giornalisti: non c’è nessuno che gli ha chiesto questo in conferenza stampa“.

Ultime news

Notizie correlate