L’ex calciatore: “Milan meritatamente in testa, Pioli ha un pregio”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

L’ex calciatore di Serie A elogia il Milan: il primo posto è meritato, Pioli ha mostrato una qualità specifica

L’ex calciatore, Stefano Impallomeni, ha voluto sottolineare i meriti del Milan nel essere primo in classifica: Pioli non aveva un compito semplice, per ora la prova è superata. Nel corso del suo intervento a TMW Radio, Impallomeni si è espresso anche sul tema del momento: le tensioni a Napoli tra Garcia e De Laurentiis.

L’AGENTE DI POBEGA RISPONDE A SALVINI: “È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI…”

Il caso del momento: De Laurentiis vs Garcia

Dove vuole aprire?
“Con le dichiarazioni di ADL, mi sembra di capire che abbia detto che è un momento no di Garcia e prenderà le decisioni al momento opportuno. Mi sembra una tregua formale, in attesa di trovare una soluzione nel più breve tempo possibile. Dietro l’angolo ci sono una serie di nomi, almeno un paio. ADL ha fatto un tentativo che per adesso non sta pagando, siamo vicini al cambio. Non sappiamo quando avverrà, ma qualcosa si muove e secondo me dietro le quinte si stanno muovendo altri protagonisti. Non credo che ADL prenda una soluzione tampone. Credo che ci siano ancora i margini per una ripresa adesso, non sei distante dalla vetta. La rosa è competitiva, ADL sta facendo i suoi conti e poi deciderà”.

Cosa aggiungere?
“Per me ha irritato con i suoi comportamenti. Le ultime sostituzioni raccontano un disagio che va al di là della scelta di intraprendere un discorso diverso dopo Spalletti. E’ come se l’inizio tra Garcia e la vecchia guardia non abbia funzionato dall’inizio. Da una parte c’è una frattura con la vecchia guardia, dall’altra i nuovi che sono spaesati, visto che non c’è serenità nell’ambiente. Se tre elementi importanti escono dal campo e mostrano il loro disappunto, qualcosa non va. Credo che le condizioni per andare avanti non ci siano più”.

La situazione dei contratti incide sulla situazione?
“Certo. Se vinci tutto passa in secondo piano, invece c’è un accumulo di tensione e questo può incidere. Ma non è il rinnovo che può incidere di più in questa situazione. Ma nonostante tutto ciò il Napoli è lì”.

Milan, tra scelte azzeccate e il ruolo di Pioli

Come vede il campionato ora?
“La Juventus sta prendendo la strada giusta, quella di saper sacrificarsi. Sarà importante prendere questa consapevolezza per recitare un ruolo importante. Le favorite sono le milanesi e il Napoli. Il Milan è davanti, ha cambiato molto ma è meritatamente davanti. Hanno scelto giocatori funzionali e Pioli è stato bravo a garantire lo stesso equilibrio. Col Milan sarà una bella sfida dopo la pausa. La Juve deve stare alla finestra e aspettare, rimanere lì a ridosso e poi chissà. Il Milan però rimane favorito per lo scontro. Bella la reazione di Gatti nel derby, che arriva dopo il ko di Sassuolo. Per me Allegri fa bene a stare lì nel gruppo, a volare basso ora. Sono tante le variabili che incideranno nella corsa Scudetto”.

Per il post-Pogba si pensa a Hojbjerg. Ma cosa serve alla Juve?
“Pogba esce, qualcuno dovrà necessariamente entrare. Io farei anche qualcosina in difesa, ma non so se ci sono le possibilità economiche. Serve un innesto di qualità, che potrebbe alzare il livello. Perché sei la Juve e devi lottare per qualcosa d’importante”.

ZIRKZEE SI FA SPAZIO TRA I GRANDI, IL MILAN SI MUOVE: SI PUNTA ALL’ESTATE

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

pioli milan

Ultime news

Notizie correlate