Di Stefano: “Pioli a Milanello. Il racconto delle ultime ore del Milan”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Dopo la sconfitta con il Borussia Dortmund, il futuro di Pioli al Milan è appeso a un filo: in corso una riunione a Milanello

A Milanello, la situazione appare in completo subbuglio. Dopo la sconfitta decisiva rimediata contro il Borussia Dortmund ieri sera, il futuro del mister Stefano Pioli al Milan appare appeso a un filo. Non sono pochi a vedere il ciclo del tecnico rossonero ormai alle battute finali, mancano per valide alternative sul mercato delle panchine. Nella giornata di oggi, dopo il pranzo obbligatorio insieme alla squadra, lo staff tecnico del Diavolo si è radunato per un confronto con la dirigenza. L’incontro dovrebbe essere in corso in questo momento.

“CONFRONTO PIOLI-FURLANI. E CARDINALE NON PARTE”: MILAN, CHE SUCCEDE?

Il futuro del Milan (e di Pioli)

Sul tema futuro del Milan e del suo allenatore Pioli è tornato Peppe di Stefano, in diretta dal centro d’allenamento dei rossoneri per Sky Sport. Ecco le parole del giornalista sulla situazione in evoluzione minuto per minuto: “Oggi a Milanello giornata di analisi, Pioli ha avuto ragione ieri a dire che il nostro futuro non dipende da noi ma dalle altre squadre. Intanto devi andare a vincere con il Newcastle, il Milan in cinque partite ne ha vinta solo una, con il Psg, ha subito tre gol dal Psg e tre dal Borussia. Il Newcastle non è certamente una squadra imbattibile, ne abbiamo avuto la prova durante la partita d’andata, ma ieri ha comunque avuto un piede agli ottavi di finale fino al 98esimo minuto. Questo per farvi capire quanto il girone sia stato equilibrato”.

PEDULLÀ: “PIOLI AL CAPOLINEA. PROPRIO LUI NON CI SPIEGA IL PERCHÉ”

Riunione in corso

Riunione in corso a Milanello. Sul piatto il futuro a breve termine di un club che sembra più che mai smarrito e disunito. Di Stefano: “Il Milan di Pioli in questi anni si è distinto per la sua identità. In questo momento l’identità non c’è, ci sono troppi pochi giocatori a disposizione, se ci sono pochi giocatori a disposizione non c’è qualità. Di conseguenza, o sei un Milan sparagnino come quello visto contro la Fiorentina, oppure sei un Milan come ieri che si appende agli episodi. Magari segnando il rigore dell’1-0 avremmo visto tutt’altra partita, ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte”. In questo momento, a Milanello si sta svolgendo una riunione non preventivata tra Cardinale (e il resto della dirigenza) e lo staff tecnico della squadra. Di Stefano: “I giocatori stanno ora uscendo da Milanello, a dimostrazione che i giocatori avessero già in preventivo il pranzo obbligatorio con la squadra. Non è uscito ancora nessuno dello staff, Pioli compreso, quindi evidentemente l’incontro programmato non era solo con i giocatori ma soprattutto con lo staff tecnico”.

ORDINE: “ORE DI RIFLESSIONE SU PIOLI: IL MILAN PAGA IL PECCATO ORIGINALE”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate