“Pioli accusa gli altri, ma il Milan è a 29!”: bicchiere mezzo vuoto?

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Dalla vittoria del Milan sul Monza, Pioli si porta via Simic ma il caso infortuni continua: il giornalista non ci gira intorno

La domenica di Serie A ha consegnato al passato due sfide importanti per il Milan di Stefano Pioli e l’Inter di Simone Inzaghi: i rossoneri hanno confermato la vittoria di Newcastle battendo 3-0 il Monza in casa, mentre i nerazzurri hanno confermato la testa della classifica vincendo a Roma contro la Lazio e portandosi a +4 dalla Juventus di Allegri. In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, il vicedirettore del quotidiano Andrea Di Caro ha commentato le prestazioni di Pioli e Inzaghi, sottolineando la completezza dell’Inter e il “sospiro di sollievo” per il Milan.

“Nessuna avversaria è al momento al suo livello”

Le parole di Di Caro sui nerazzurri, in fuga dopo il passo falso della Juventus a Genoa:

“Il campionato è lungo ma una cosa l’Inter già la sa: passerà il Natale in testa alla classifica. Finora con le big ha vinto sempre, in casa e fuori, fatta eccezione per il pareggio di Torino con la Juve, quando ha dato la sensazione di accontentarsi di uscire imbattuta. Poco da dire: l’Inter è completa e fa paura. Lo scudetto è l’obiettivo principe chiesto ad Inzaghi. Nessuna avversaria al momento è al suo livello. La speranza della Juve è quella di restare il più possibile attaccata ai nerazzurri, ritoccare la rosa a gennaio e sperare che la Champions possa affaticare l’Inter (oggi i sorteggi) o che qualcosa si inceppi: ma è difficile oggi, vedendo la squadra, capire cosa”.

MILAN-MONZA, PIOLI: “GRANDE PERSONALITÀ DI SIMIC! POBEGA E OKAFOR…”

Il Milan c’è, sospiro di sollievo Pioli

Parlando del Milan di Stefano Pioli, il vicedirettore di Gazzetta gira intorno ai temi infortuni e continuità:

“Sorride anche l’altra faccia di Milano. Il Monza era un avversario pericoloso, il Milan però ha sbrigato facilmente la pratica passando subito in vantaggio forse con l’acquisto più azzeccato del suo variegato mercato: Rejinders. Poi c’è stato spazio per la favola di Natale col gol del debuttante Simic, 18 anni e un futuro, gli auguriamo, brillante. A preoccupare il monte infortuni che cresce dopo il ko di Okafor e Pobega. Dall’inizio dell’anno sono già 29. Pioli accusa il calendario troppo fitto e chiede a Fifa e Uefa di ragionare sulla salute e l’integrità degli atleti. Intanto può godersi il terzo posto a – 5 dalla Juve e a + 5 dal Napoli quinto. Un bel sospiro di sollievo. Gli obiettivi rossoneri sono chiari: qualificazione alla prossima Champions e provare a vincere l’Europa League. Ma ora serve continuità”.

“MILAN-MONZA, IL PROTAGONISTA E’ STATO PIOLI! E NON E’ UN CASO…”: IL COMMENTO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate